Osservanza, luogo di degrado. Ritrovate 260 biciclette rubate e anche arredi sacri

Osservanza, luogo di degrado. Ritrovate 260 biciclette rubate e anche arredi sacri
 
IMOLA – La società Osservanza srl che si sarebbe dovuta occupare della riqualificazione del complesso è in rosso: 270mila euro di perdita. In più il complesso si sta trasformando anno dopo anno in luogo di degrado. A renderlo noto è il consigliere imolese Andrea Zucchini, al termine della Commissione sulle società partecipate che ha messo in luce evidenti criticità.
“La cosa che mi ha lasciato veramente allibito – spiega Zucchini – è stata la completa mancanza di idee sul futuro di una struttura, quella dell’ex manicomio, dove sono stati spesi tantissimi soldi pubblici senza concludere mai nulla di buono per gli imolesi”.

 Durante la commissione, sono venuti fuori particolari davvero preoccupanti sul complesso Osservanza che, nel 2014, sarebbe diventato luogo preposto alla ‘custodia’ di oggetti rubati. Furono 260 le biciclette rubate ritrovate in uno dei padiglioni, insieme ad alcuni arredi sacri mentre risultano trafugati alcuni reperti di un pozzo romano di cui non si è più saputo nulla.
 
Ma come – si interroga Zucchini – ci hanno sempre detto che l’Osservanza era un luogo sicuro e custodito e oggi ci confessano questi fatti? Perchè gli organi di stampa ed i cittadini non ne sono mai stati messi al corrente?
Siamo stanchi di questo modo di gestire le cose nella nostra Città: si creano società solo per mantenere i soliti amici degli amici e non si fa nulla per risolvere i problemi e sistemare le zone degradate dove cresce incontrastata l’illegalità. Ho presentato un’interrogazione al Consiglio comunale di Imola per avere il quadro chiaro di che cosa negli anni sia accaduto all’interno della zona per prendere atto dei crimini commessi e proporre soluzioni.
Allo stesso tempo, avendo appreso che il Sindaco Manca ha richiesto già decine di volte un incontro alla nuova Soprintendenza senza essere mai stato ricevuto, prendiamo atto che sia ormai indispensabile una figura più autorevole all’altezza di governare la nostra Imola ma siamo anche certi che tutti, primo fai quali il Sindaco, siano incollati alle loro poltrone.
Solo l’intervento della Procura della Repubblica potrà mettere fine a questi quotidiani scempi che ormai hanno raggiunto l’inverosimile”.

Leggi anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>