Sesto Imolese, cattedrale nel deserto?

Sesto Imolese, cattedrale nel deserto?

La più grande frazione a nord di Imola abbandonata all’incuria ambientale

Probabilmente l’Amministrazione comunale si dimentica che a più di venti chilometri dal centro storico di Imola, esistono delle frazioni della nostra città,  quali Sesto Imolese, Sasso Morelli, Spazzate Sassatelli e tante altre località che sono totalmente abbandonate a loro stesse.

Non a caso, già durante lo scorso mandato e nell’ultima campagna elettorale il nostro movimento aveva puntato molto sull’ascolto dei cittadini delle frazioni e ci eravamo impegnati a risolvere diversi problemi, in molti casi riuscendoci.

In questi giorni, particolarmente a Sesto Imolese, diversi cittadini, specialmente molti giovani, ci stanno contattando ripetutamente per segnalarci gravi problemi di mantenimento. Assieme a loro ne abbiamo constatati differenti, ma il più importante fra tutti riguarda le aree di verde pubblico.

Nella nuova zona residenziale a nord del centro di Sesto Imolese, complesso di Via Nilde Iotti, è stato intelligentemente pensato, fra i vari edifici, un nuovo parco pubblico, che si affaccia sull’esterno della via San Vitale.

In queste zone, il degrado sfiora livelli vicini all’indecenza. L’erba viene tagliata rarissimamente per non dire mai, quando va bene una volta all’anno, ci dicono i giovani ragazzi Anna Paoletta, Sabrina Martino, Buce Trudi, Annachiara Leandri, Marco Iachini e Sergio Zuffa, che indignati ci hanno contattato, incontrando il nostro Vicecoordinatore Imolese Nicolas Vacchi.

Non c’è illuminazione, pertanto si creano situazioni idonee a favorire la criminalità e i furti nelle varie diramazioni di questa nuova area paesana. Non parliamo poi dei rifiuti e della pericolosità del ponticello pedonale praticamente inagibile.

La preoccupazione di tutti per queste nuove zone si unisce alla nostra indignazione: siamo davanti a costruzioni, a fabbricati in un’area in cui il Comune di Imola ha investito molto, ma a seguito di simile impiego di risorse economiche ed urbanistiche, in meno di cinque anni la situazione sfugge di mano all’amministrazione.

Da anni i sestesi chiedono anche solo una maggior frequenza nel curare e tagliare l’erba e mantenere queste zone, congiuntamente all’installazione di alcune panchine pubbliche, affinché si possa distinguere un giardino cittadino da una prateria desolata in una terra che sembra appartenere  a nessuno.

Su tali questioni, Insieme Si Vince presenterà un’interrogazione a risposta in aula durante il primo Consiglio Comunale utile a Imola, per mano e voce del nostro capogruppo Consigliere Andrea Zucchini, dove si chiederà conto della situazione in cui le aree verdi sestesi stanno versando, chiederemo informazioni più dettagliate al Sindaco e agli assessori competenti poiché riteniamo che non esistano cittadini di Serie A o di Serie B.

Quanto pagano questi cittadini per la cura del verde pubblico? E quali servizi ricevono realmente in cambio?

Nella frazione di Sesto Imolese abitano degli imolesi, i quali pagano le tasse e contribuiscono ai diritti e ai doveri civici, proprio come chi abita sotto l’Orologio. Non vogliamo permettere che le nostre più belle frazioni, ricche di storia, tradizione e senso partecipativo vengano dimenticate e “visitate” dal nostro Sindaco solo in occasioni elettorali, lasciandole allo sbaraglio per il resto del tempo.

ANDREA ZUCCHINI

Consigliere comunale della Città di Imola

Presidente del gruppo “Insieme si vince”

NICOLAS VACCHI

Vicecoordinatore di “Insieme si vince” Città di Imola

Leggi anche

No posts were found for display

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *