Quante belle parole spese sulla Cesi…e poi?

Quante belle parole spese sulla Cesi…e poi?

Era luglio del 2014 quando si diffuse la notizia che la Cesi era stata posta in liquidazione amministrativa coatta. Quante belle parole spese dal ministro Poletti alla Festa dell’Unità tra la folla in lacrime che ancora sperava. Oggi, l’epilogo. Scaduta la cassa straordinaria, tutti a casa. In organico alla Cesi ci sono ancora 214 persone alle quale resta un anno e mezzo di mobilità. Poi più nulla. Nessuna “newco” all’orizzonte, nessun progetto di rilancio del settore.

Al momento della dichiarazione di fallimento il debito di Cesi ammontava a 465 milioni di euro. I lavoratori erano 405. La cooperativa figurava tra le prime sei d’Italia.

 

Leggi anche

No posts were found for display

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>