La battaglia dell’imolese Gianni Tonelli a tutela degli agenti di Polizia

La battaglia dell’imolese Gianni Tonelli a tutela degli agenti di Polizia

IMOLA – Sono tante le manifestazioni di solidarietà che giungono a Gianni Tonelli, imolese, segretario nazionale del sindacato autonomo di Polizia, da 43 giorni in sciopero della fame per protestare contro i tagli alle forze dell’Ordine. Una battaglia pacifica su cui è calato il silenzio totale. In questi giorni nessun rappresentante del Governo ha incontrato Tonelli.

Da anni il Sap denuncia le condizioni nelle quali gli agenti sono costretti a lavorare. Nei mesi scorsi un agente, rappresentante del Sap, segnalò alla trasmissione Ballarò l’inadeguatezza degli equipaggiamenti, (caschi marci e giubbotti antiproiettile scaduti). Per risposta, fu emesso un provvedimento disciplinare ai danni dell’agente, “reo” di aver mostrato una strumentazione che non era in uso agli agenti.

Tonelli, in quell’occasione però, parlò di bavaglio, di censura, di vicenda tirata fuori “ad arte”. Ha chiesto più volte il ritiro del provvedimento disciplinare. Negli ultimi mesi è sempre del Sap la battaglia per chiedere una adeguata formazione degli agenti in caso di attacchi terroristici. Dal Governo nessuna risposta. Finchè, 44 giorni fa, Tonelli decide di ricorrere allo sciopero della fame, nutrendosi solo di sali minerali allo scopo di sensibilizzare il Governo nei confronti di una situazione non più sostenibile. Ieri Tonelli ha avuto un malore ed è stato trasportato d’urgenza in ospedale.

Negli ultimi giorni, ha ricevuto la solidarietà di Lega Nord, Forza Italia e Fratelli d’Italia. Con Forza Italia ha tenuto anche una conferenza stampa a Montecitorio alla quale ha presenziato il leader del Carroccio, Matteo Salvini. Luigi Di Maio, del movimento 5 stelle, ha presentato nelle scorse settimane una interrogazione parlamentare. Ieri i parlamentari Elio Vito e Renato Brunetta hanno fatto visita a Tonelli in ospedale. visita tonelli

 

Anche da Imola e da Bologna arrivano manifestazioni di solidarietà e inviti a non mollare. “La Lega Nord  sostiene Tonelli dall’inizio della sua protesta – afferma Marco Casalini, segretario del Carroccio a Imola – atta a denunciare le carenze che le forze dell’ordine ogni giorno devono superare.Chiediamo alla Città che alzi la testa davanti ad un imolese in difficoltà e che chiede soltanto verità, trasparenza e fondi per difendere il paese. Al Sindaco Daniele Manca, che stranamente si dimentica di un suo concittadino, chiediamo che si attivi fin da subito per portare il problema al segretario del suo partito  ed al Presidente della Repubblica”. Dal social network arriva anche il sostegno di Galeazzo Bignami, capogruppo di Forza Italia in Regione: “Noi siamo al fianco di Tonelli e di tutti coloro che ogni giorno rischiano la vita per garantire la nostra incolumità lavorando al servizio della Patria”, scrive.

Leggi anche

No posts were found for display

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>