Superbike: il Comune consente di allestire dehors gratuitamente per gli operatori commerciali

Superbike: il Comune consente di allestire dehors gratuitamente per gli operatori commerciali

IMOLA – Da venerdì 29 aprile a domenica 1 maggio, in occasione del campionato del mondo Superbike, è prevista per i pubblici esercizi e le attività artigianali la possibilità di occupazioni di suolo pubblico straordinarie, cioè esenti da pagamento e senza bisogno di fare domanda al Comune.

Lo ha stabilito l’Amministrazione comunale, con un’apposita ordinanza firmata dal sindaco, che prevede “la possibilità di ampliare l’offerta commerciale consentendo ai pubblici esercizi ed attività artigianali, senza necessità di specifici adempimenti, di estendere lo svolgimento della propria attività occupando suolo pubblico limitatamente all’area prospiciente la propria attività e senza creare intralcio alla viabilità”.

La decisione è stata assunta “dato atto dello straordinario afflusso di pubblico previsto e della conseguente esigenza di ampliare l’offerta commerciale”.

“Con questo tipo di ordinanze si vogliono favorire gli esercenti che allestiscono gli spazi esterni in queste occasioni importanti per la città. Sono opportunità per incrementare il loro business e spero che il meteo sia dalla nostra parte. Pensiamo di riproporre un’ordinanza simile anche per il concerto della Pausini. L’impegno dell’assessorato è quello di riuscire a dare dinamicità nelle risposte alle esigenze degli esercizi commerciali e delle imprese, nonostante” spiega Pierangelo Raffini, Assessore allo Sviluppo Economico.

Per poter beneficiare di questa opportunità, i pubblici esercizi e le attività artigianali devono avere contemporaneamente le seguenti caratteristiche: essere ubicate entro il perimetro del centro storico (come definito dalla L.R. 41/97, cioè sono compresi, fra gli altri, anche viale Andrea Costa e viale Dante – vedi piantina allegata); realizzare occupazioni non superiori a 30 mq; che non siano invadenti la carreggiata; che non creino intralcio o pericolo al transito dei pedoni; che rispettino le prescrizioni del codice della strada in caso di occupazione di sede stradale, compreso il posizionamento di eventuale segnaletica necessaria a proprio carico; a non utilizzare chiodi o ancoraggi che possano danneggiare il suolo pubblico; non creino disturbo alla quiete pubblica; che siano salvaguardati i diritti di terzi: cioè che non creino impedimento al libero accesso a dimore o ad esercizi commerciali; provvedere, a proprie spese e cura, al termine dell’occupazione, a ripristinare il suolo come in origine; che non siano non invadenti zone di verde pubblico; che mantengano l’area occupata ordinata e pulita; che avvengano con l’eventuale utilizzo di strutture immediatamente rimovibili per occupazione di suolo pubblico.

Leggi anche

No posts were found for display

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>