Lotta all’evasione fiscale. Il Comune conta di recuperare 1,3 milioni di euro

Lotta all’evasione fiscale. Il Comune conta di recuperare 1,3 milioni di euro

IMOLA – Sembra davvero intenzionato a fare sul serio il Comune di Imola, in fatto di evasione fiscale. Come riportato alcuni giorni fa dal quotidiano Il Resto del Carlino, ammonterebbe a circa 1,3 milioni di euro la cifra che il Comune conta di recuperare dagli oltre mille accertamenti emessi solo fino ad ora tra Ici, Imu e Tasi.

Al quotidiano locale i tecnici comunali, “rincuorati” da una situazione dei tributi locali stabilizzatasi dopo cinque anni di incertezze e modifiche continue, lasciano intendere di voler procedere spediti. Da un lato si fanno i conti con la cancellazione della Tasi sulla prima casa, dall’altro con la recente sentenza della Cassazione sul caso Livorno a seguito della quale il Comune di Imola ha chiesto alle scuole paritarie alcune migliaia di euro di Ici relativamente al 2010 e 2011, situazione che ha portato a due ricorsi da parte di due strutture cattoliche.

L’intenzione dell’Ufficio tributi è quello di procedere prioritariamente per le annualità prossime alla prescrizione. Si procederà pertanto con: Ici 2011, Imu 2012 e seguenti, Tasi 2014 e 2015, Tares 2013, Tari 2014, oltre a un poderoso lavoro su una banca dati da oltre 100mila contribuenti.  L’ufficio Tributi non sottovaluta il fatto che, su questa operazione di recupero dell’evasione fiscale, i fallimenti occorsi nel frattempo potranno incidere addirittura del 30/35%. Sul fronte della Tassa sui rifiuti, si prevede l’emissione di avvisi di accertamento in liquidazione per il 2014, mentre per l’emersione dell’evasione della vecchia Tares saranno valutate quasi 800 posizioni.

 

evasione-fiscale-01

 

NON SEI RIUSCITO A PAGARE LE IMPOSTE O SEI INCAPPATO IN UN FALLIMENTO?  Ogni caso è un caso a sé, c’è chi accende un prestito o chi ricorre alla cessione del quinto per sdebitarsi con il Fisco. Da oggi puoi saldare il tuo debito richiedendo un preventivo prestito .

Leggi anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>