Donazione dell’Avis di Dozza per una scuola più sicura

Donazione dell’Avis di Dozza per una scuola più sicura

DOZZA – La sezione Avis di Dozza ha donato alla materna G. Rossa 11 copricaloriferi, (vedi foto) supporti che rivestono i termosifoni, proteggendo i bambini dagli urti con spigoli e parti rigide; successivamente sono stati colorati ed abbelliti dagli alunni, sensibilizzati dalle insegnanti sul tema della “scuola più sicura e più bella”.

Del resto l’Avis di Dozza ha da sempre un’attenzione particolare al mondo scolastico: “Precedentemente abbiamo donato una lavagna multimediale e giochi per bambini ai plessi del Comune di Dozza” dice il Presidente Francesco Mariani ” e per la festa di fine anno delle scuole medie, primi tra le sezioni avis del territorio, abbiamo proposto, in collaborazione con l’Avis provinciale di Bologna, un format innovativo: due attori hanno interpretato uno spettacolo, in cui i personaggi hanno interagito in maniera divertente ed originale con gli alunni, coinvolgendoli sulla donazione, sull’alimentazione ed i gruppi sanguigni.
Tutti gli interventi sono resi possibili grazie ai nostri circa 300 associati, tra cui parecchi giovani; con più di due donazioni di sangue all’anno per iscritto, registriamo un trend che supera la media.”

” Mi associo ai ringraziamenti del presidente Mariani” dice il vicesindaco di Dozza Giuseppe Moscatello,” tra le priorità di mandato che abbiamo realizzato ci sono state il coinvolgimento delle associazioni negli eventi promossi, l’assegnazione di sedi nei locali comunali a tutte le realtà associative e la costituzione e l’attuazione della consulta: l’obiettivo è un rapporto più stretto con le medesime, per integrare e coordinare gli interventi in una rete virtuosa, dando alle associazioni il ruolo di centralità nella vita della nostra comunità”.

Nella foto da sinistra: Il Presidente Avis Dozza Sig. Francesco Mariani, la Referente del Plesso Scolastico G. Rossa Sig.a Elena Nannuzzi  e il Vice Sindaco di Dozza Sig. Giuseppe Moscatello

Leggi anche

No posts were found for display

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *