Miele e prodotti tipici a Castel San Pietro Terme

Miele e prodotti tipici a Castel San Pietro Terme

Bancarelle aperte sabato ore 10-23 e domenica ore 9-21. Sabato 17 ore 18,30 in piazza l’inaugurazione ufficiale.

Domenica alle 10,45 “Gocce di solidarietà”, asta di Grandi Mieli a favore delle zone terremotate, con banditore d’eccezione Patrizio Roversi.

 

Con tante novità e stand più numerosi che mai, arriva il terzo week-end del Settembre Castellano dedicato al Miele e Agricoltura, binomio più che mai indissolubile all’insegna della sostenibilità ambientale e dell’innovazione, con tante iniziative organizzate dall’Osservatorio Nazionale Miele e dall’Assessorato all’Agricoltura del Comune di Castel San Pietro Terme.

L’invito per il pubblico è innanzitutto alla Fiera del Miele, dell’Agricoltura e dell’Enogastronomia. Decine di bancarelle e stand saranno aperti per due giornate intere, sabato 17 a partire dalle ore 10 fino alle 23 e domenica 18 dalle 9 alle 21. Inaugurazione ufficiale sabato alle ore 18,30.

Al centro dell’attenzione ci sarà come sempre il miele, con la presenza dei produttori apistici e agroalimentari provenienti da diverse parti d’Italia in via Matteotti e l’esposizione di attrezzature apistiche in piazza Acquaderni.

Il posto d’onore in piazza XX Settembre sarà riservato ai produttori agricoli locali che proporranno degustazioni e promozione dei loro prodotti: accanto al miele, ci saranno vini, birra, ortofrutta, cereali, latte e formaggi.

Per la prima volta in piazza ci saranno laboratori a tema presentati dalle fattorie didattiche e dal Podere Zabina, dove si svolge il progetto occupazionale per persone disabili o in situazioni di disagio sociale, e in più sarà presente lo stand dell’Istituto agrario Scarabelli che presenta prodotti e laboratori didattici.

Altre novità saranno l’esposizione di macchine agricole e da giardinaggio in piazza Galvani e un’intera sezione “Garden” in via Cavour, con piante da fiore, orticole e ornamentali, sementi e prodotti per il giardinaggio, arricchita da momenti di musica ispirati alle tradizioni contadine locali, a cura di BB Group.

« Sono soddisfatta del crescente coinvolgimento del mondo agricolo in questa manifestazione che contribuisce a far conoscere e valorizzare i prodotti del territorio – afferma l’assessore all’Agricoltura Anna Rita Muzzarelli –. Con i suoi 10mila ettari coltivati, pari al 60% della superficie del nostro territorio comunale, l’agricoltura rappresenta un comparto importante per l’economia e la salvaguardia del territorio. Quest’anno abbiamo voluto dare maggiore rilevanza ai temi della sostenibilità e dell’innovazione, dai campi ai giardini, presentando macchine agricole di nuova generazione, insieme al valore del Garden, al progetto Zabina, dove l’agricoltura diventa strumento di inserimento nel mondo del lavoro e di inclusione sociale per persone con disagio e disabilità, al programma formativo rivolto ai giovani dell’Istituto Scarabelli».

 

Le iniziative organizzate dall’Osservatorio Nazionale Miele prendono il via sabato 17 con il seminario e tavola rotonda “Agricoltura e api, criticità e opportunità, focus sul settore sementiero” in programma dalle 9,30 alle 13 al teatro Cassero, con l’assessore regionale Simona Caselli e il viceministro alle politiche agricole Andrea Olivero, moderato da Andrea Farné. Per la prima volta intorno allo stesso tavolo scienziati, apicoltori, agricoltori, industria, tecnici e istituzioni al massimo livello per trovare un accordo che salvi le api dai pesticidi, garantisca l’impollinazione alle colture e il reddito degli apicoltori.

«La sostenibilità è un tema importante per le api, che affrontiamo con il seminario di sabato mattina, organizzato in collaborazione con il servizio fitosanitario della Regione – afferma Giancarlo Naldi, presidente dell’Osservatorio –. Infatti in agricoltura è importante fare trattamenti solo se strettamente necessario, altrimenti le api muoiono. Importante anche il focus sul sementiero: mentre sono in difficoltà le produzioni di miele basate sulle fioriture primaverili, sono in forte aumento quelle legate alle colture da seme, come erba medica, coriandolo, cucurbitacee, che consentono di fare il millefiori estivo, altrimenti penalizzato dalle condizioni di siccità estiva. L’obiettivo è arrivare a un rapporto sano fra apicoltura e agricoltura, promuovere un accordo interprofessionale fra agricoltori e apicoltori. L’apicoltura è un settore in crescita, che attrae anche molti giovani, ma è necessario promuovere una cultura del miele. Anche per questo abbiamo scelto di tenere in piazza l’incontro legata al Concorso Tre Gocce d’Oro».

Fra le iniziative che promuovono la cultura del miele, l’incontro pubblico “Il valore produttivo ed economico dell’apicoltura in Italia”, che si terrà dalle 14,30 alle 18 al Cassero e la mostra “Ape e mieli, biodiversità con gusto” che sarà inaugurata alle ore 19 nella Saletta espositiva di via Matteotti con la premiazione del concorso fotografico e la colonna sonora di “Note d’Irlanda” con Irene De Bartolo, nell’ambito del programma musicale di “Musicainfiera”, che vedrà anche l’esibizione del Violin Duo di Elena Mirandola e Silvia Marcenaro all’esterno del Cassero e di The E8ful in piazza XX Settembre. Domenica 18 si comincia con un’altra novità: “Ape, mieli e buonumore”, 1a camminata ludico-ricreativa che attraverserà alcune apicolture castellane dalle 8 alle 10 in piazza XX Settembre. Dalle 9 alle 13 in piazza Acquaderni e piazza XX Settembre ci sarà la Borsa del Miele. Sempre in piazza (in caso di maltempo al Teatro Cassero): alle ore 10 la presentazione del libro “Le api. Biologia, allevamento, prodotti” di Alberto Contessi; alle 10,45 l’evento “Gocce di solidarietà”: saranno messi all’asta a favore delle popolazioni delle zone terremotate 48 mieli rari e preziosi per una raccolta fondi destinati interamente alle popolazioni terremotate del centro Italia con banditore d’eccezione Patrizio Roversi, conduttore di Linea Verde; seguirà alle ore 12,30 circa “Metti 3 Gocce d’Oro”, rassegna dei grandi mieli d’Italia, campagna produttiva 2016 con la consegna dei riconoscimenti. In gara al 36° Concorso Grandi Mieli d’Italia oltre 500 mieli, valutati da una 70ina esperti iscritti all’albo.

 

Info sulle manifestazioni dedicate al Miele e all’Agricoltura: www.informamiele.it

Info sul Settembre Castellano:  www.cspietro.it, www.prolococastelsanpietroterme.it  e pagine FB di Comune e Pro Loco.

Leggi anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>