Sportello antiracket, tutte le aperture nel circondario imolese

Sportello antiracket, tutte le aperture nel circondario imolese

Partiranno martedì 8 novembre, con due appuntamenti a Castel Guelfo e Medicina, le iniziative connesse all’attività dello “Sportello antiracket/antiusura, contrasto al sovra indebitamento e al gioco d’azzardo”, a servizio del Circondario imolese e della Romagna, aperto a Imola il 4 ottobre scorso.

 

La prima serie di incontri pubblici avrà per titolo “Ma a che gioco giochiamo?” e si svolgerà secondo il seguente calendario:

8 novembre 2016, ore 16.30 – Castel Guelfo, Sede Associazione Volontari Castel Guelfo (via XXV Aprile 7);

8 novembre 2016, ore 20 – Medicina, Municipio (via Libertà 103);

6 dicembre 2016, ore 17.30 – Toscanella di Dozza, Centro civico di Toscanella (piazza Libertà 3);

6 dicembre 2016, ore 20.30 – Castel S. Pietro Terme, Teatro Cassero (via Matteotti 1);

7 dicembre 2016, ore 20.30 – Mordano, Municipio (via Bacchilega 1).

Gli incontri tratteranno il tema del gioco d’azzardo e le problematiche ad esso riconducibili con Matteo Iori, presidente dell’Associazione Onlus “Centro Sociale Papa Giovanni XXIII” di Reggio Emilia e presidente del CONAGGA (Coordinamento Nazionale Gruppi per Giocatori d’Azzardo). Sarà inoltre presente un rappresentante dell’Associazione Giocatori Anonimi. Questi i temi trattati: Il gioco in Italia, L’allargamento del fenomeno, Il ruolo dello Stato, La presenza della criminalità organizzata, Le implicazioni mafiose, Il problema delle percezioni erronee, Le ricerche fatte sul tema, Il racconto di una testimonianza diretta.


Proseguono inoltre gli incontri nelle scuole del Circondario. Dopo un primo appuntamento a Medicina, nell’Istituto Superiore Giordano Bruno, si prosegue con questo calendario: 11 novembre, Castel Guelfo, classi terze secondarie inferiori Scuole Papa Giovanni Paolo II; 19 novembre, Toscanella, classi terze secondarie inferiori Aldo Moro; 2 dicembre, Medicina, Istituto Superiore Giordano Bruno; 9 dicembre, Toscanella, classi seconde secondarie inferiori Aldo Moro.

Gli incontri comprendono attività di sensibilizzazione ludico/laboratoriali, condotte da uno psicologo/psicoterapeuta esperto in psicologia scolastica e psicologia clinica (in particolare gioco d’azzardo patologico e dipendenze da gioco eccessivo negli adolescenti e nei giovani) e da un’educatrice sociale culturale. Gli incontri saranno imperniati sulla proposta da parte dei conduttori di una serie di attività da fare svolgere ai ragazzi in piccoli gruppi. Le proposte avranno un taglio ludico e ricreativo con la finalità di stimolare i ragazzi a riflettere sul gioco e sugli strumenti attraverso i quali oggi svolgono più frequentemente le loro attività ludiche e relazionali.

Leggi anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>