Profughi, tre donne e quattro bambini alloggiati a Monte del Re

Profughi, tre donne e quattro bambini alloggiati a Monte del Re

DOZZA – Anche il Comune di Dozza sta ospitando alcuni migranti, arrivati nello stesso giorno in cui sono arrivati i 59 uomini a Castel San Pietro Terme. Nel caso di Dozza si tratta di tre donne centroafricane con quattro bambini al seguito, due piccolissimi e due di 4 e 5 anni, alloggiate temporaneamente nel complesso Monte del Re.

A darne notizia, questa mattina, il Corriere di Romagna, che, tra l’altro, ha sentito sul tema il sindaco Luca Albertazzi e il vicesindaco Giuseppe Moscatello i quali hanno confermato come sia stata la Prefettura a dare disposizioni in merito. Quella di Dozza è una situazione completamente differente da quella di Castel San Pietro Terme, certamente molto più gestibile e che non ha creato alcun tipo di scompiglio o risentimento nella comunità.

L’amministrazione dozzese ha più volte ribadito di non avere a disposizione strutture pubbliche per l’accoglienza ma di vedere di buon occhio i recenti provvedimenti del ministro dell’Interno Minniti che vanno nella direzione di rendere obbligatori i lavori socialmente utili per i migranti che possano così “ripagare” l’ospitalità.

Intanto Albertazzi ha confermato, sempre al Corriere Romagna, di aver pensato di valutare anche il progetto “Vesta” che consente alle famiglie che si rendano disponibili di accogliere un migrante in casa propria.

Leggi anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>