Una carrozzina speciale per visitare i parchi

Una carrozzina speciale per visitare i parchi

IMOLA – Da oggi anche bambini ed adulti disabili potranno visitare parchi ed aree protette del territorio appartenenti all’Ente di Gestione parchi e biodiversità Romagna. Questo grazie ad una speciale carrozzina, appositamente pensata per loro, di cui il Centro di Educazione alla Sostenibilità (CEAS) Imolese si è dotato, grazie al contributo di quasi 3.200 euro erogato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Imola.

Distribuita dalla Offcarr S.r.l. di Padova, azienda leader nel settore, questa carrozzina, la cui struttura in alluminio poggia su due ruote da mountainbike ammortizzate, è dotata di sedile imbottito, schienale ad inclinazione regolabile, braccioli completi di appoggiagomiti e maniglie reclinabili (anteriori e posteriori) di presa, cinghia di sicurezza, pedane regolabili e cinturini fermapiedi.

Il CEAS Imolese è il centro che, per la maggior parte dei Comuni del Circondario Imolese,  si occupa della promozione di conoscenze, valori ed azioni per la sostenibilità nelle scuole e tra i cittadini. Annualmente offre percorsi didattici su tematiche che vanno dall’educazione alimentare, all’economia circolare, alla mobilità sostenibile alla biodiversità ad oltre 4000 studenti del territorio, attraverso incontri sia nella propria sede al Sante Zennaro e negli istituti scolastici sia in esterno. E’ proprio nell’attività in esterno, ed in particolare per quelle che si svolgono alla Riserva Naturale del Bosco della Frattona, che si prevede di utilizzare la carrozzina da trekking acquistata grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola.

 

“In questi anni, grazie alla sensibilità maturata nel Tavolo comunale che coinvolge diverse associazioni attorno al tema delle barriere architettoniche, abbiamo imparato a guardare la città con gli occhi di chi convive tutti i giorni con la disabilità. In questo tempo dobbiamo imparare a rimuovere tutte quelle barriere fisiche e culturali che tendono ad escludere le persone più deboli. Questa speciale carrozzina è un piccolo segno ma ha un grande significato perché ci insegna che la felicità deve essere accessibile a tutti” commenta Roberto Visani, assessore alle Politiche sociali.

Leggi anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>