L’Unitalsi Imola mette a disposizione un nuovo mezzo per il trasporto gratuito dei pazienti in dialisi

L’Unitalsi Imola mette a disposizione un nuovo mezzo per il trasporto gratuito dei pazienti in dialisi

IMOLA – Da oggi i pazienti del servizio Dialisi dell’Ausl di Imola avranno a disposizione un nuovo mezzo per il trasporto casa-ospedale-casa, grazie all’Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali (Unitalsi) sottosezione di Imola, che lo ha acquistato per effettuare di questo fondamentale servizio garantito da oltre un decennio attraverso una convenzione con l’Azienda USL di Imola.

Il mezzo, un Fiat Doblò di pochi anni, completamente attrezzato con pedana mobile per il trasporto disabili e del valore di circa 12mila euro, è stato acquistato da Unitalsi grazie al contributo della Diocesi di Imola e alla donazione della famiglia e degli amici di Piero Nati, volontario Unitalsi e coordinatore del servizio di trasporto dializzati, recentemente scomparso.

“La sostituzione del vecchio mezzo era un’esigenza sia per i pazienti in dialisi che per i nostri volontari che gratuitamente svolgono giornalmente questo importante servizio alla comunità – ha spiegato Carlo Kubinski, presidente della sottosezione di Imola di Unitalsi, nel corso della cerimonia di benedizione del mezzo – L’ultradecennale convenzione con l’Azienda USL di Imola, rinnovata lo scorso anno, è un’ottima ed importante collaborazione tra l’ente pubblico ed il volontariato e volentieri abbiamo investito per garantire un mezzo più moderno alle persone malate che ne usufruiscono regolarmente. Dobbiamo ringraziare la Diocesi di Imola e Sua Eccellenza il Vescovo per il contributo e la famiglia dell’amico Piero, a cui dedichiamo questo mezzo, a ricordo della sua importante attività di volontariato”.

Sono 14 i volontari Unitalsi che a turno si prodigano per garantire il servizio trasporti dializzati. A loro, ad Unitalsi, alla Diocesi di Imola e alla famiglia di Piero Nati, vanno i sinceri e sentiti ringraziamenti dell’Ausl di Imola e della delegazione imolese dell’Associazione Nazionale Emodializzati.

Leggi anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>