Ridiamo al Santerno lo spazio che merita. Convegno sabato 30 settembre a Tossignano

Ridiamo al Santerno lo spazio che merita. Convegno sabato 30 settembre a Tossignano

A Tossignano durante Tipica. Inizia il processo partecipativo verso il Contratto di Fiume

“Ridiamo al fiume Santerno lo spazio che merita”. E’ questo il titolo del convegno pubblico di avvio di “Santerno Resiliente”, il processo partecipativo promosso da Gipiesse insieme a partner istituzionali, enti e associazioni del territorio, e co-partecipato dalla Regione Emilia-Romagna. Obiettivo del percorso è la sottoscrizione del Contratto di Fiume Santerno che consentirà una nuova e condivisa governance del Santerno, in un’ottica di maggior tutela ambientale e di un rilancio turistico.

L’appuntamento, previsto per sabato 30 settembre dalle ore 16 al Palazzo Baronale di Tossignano, nell’ambito della manifestazione Tipica, sarà l’occasione per condividere con aziende, istituzioni, associazioni e singoli cittadini la riflessione avviata sulla valorizzazione del territorio.

“Finora abbiamo fatto un lavoro di sensibilizzazione degli Enti pubblici e delle realtà associative. Da adesso in avanti ci aspettiamo il graduale coinvolgimento di chi vive il territorio come un’opportunità di crescita” commenta Gabriele Cesari, geologo di Gipiesse e coordinatore del percorso verso il Contratto di Fiume Santerno, pensato per fare emergere proposte concrete, stimoli, competenze e prevenire eventuali conflitti tra i soggetti portatori di interesse. Aggiunge Cesari: “Per realizzare questo progetto occorrono risorse e capacità di fare sistema. Il secondo requisito è certamente più difficile da conseguire, ma ho fiducia nel fatto che si possa dare una prospettiva di sviluppo al nostro territorio, partendo proprio dal percorso partecipativo ‘Santerno Resiliente’ sostenuto dalla Regione”.

Al convegno prenderanno parte le principali realtà coinvolte fino ad ora: i Comuni della Vallata del Santerno (Castel del Rio, Fontanelice, Borgo Tossignano, Casalfiumanese), il Comune di Imola, la Regione Emilia-Romagna, il Parco della Vena del Gesso, il Con.Ami, oltre alle associazioni ed alle società di settore. Ma sarà soprattutto la voce della Regione, che ha co-finanziato il processo partecipativo “Santerno Resiliente”, a fare il punto sullo stato di sicurezza e di qualità ambientale del territorio. A partire dal quadro delineato, sarà possibile sviluppare un discorso più ampio sulle opportunità che possono nascere dalla sinergia fra i diversi attori in campo, in particolare sulle potenzialità turistiche della Vallata. Insieme al segretario della Federazione Europea dei Geologi, Gabriele Ponzoni, inoltre, si affronterà il tema del ruolo svolto dall’Europa rispetto ad analoghi percorsi partecipati di valorizzazione ambientale.

Nel corso dell’incontro, infine, saranno presentati il nuovo portale www.santernoresiliente.org, online da pochi giorni, che rappresenta la piattaforma di condivisione e informazione del percorso partecipativo, ed il Progetto Data, una piattaforma pensata per mettere a sistema i dati georiferiti forniti da diversi enti, per uno scambio innovativo e in tempo reale di contributi e valutazioni.

 

Programma del Convegno

Alle ore 16 porteranno i saluti delle istituzioni: il sindaco di Borgo Tossignano, Clorinda Mortero, l’assessore all’Ambiente del Comune di Imola, Davide Tronconi, il presidente di Con.Ami, Stefano Manara, il presidente dell’associazione Gipiesse, Daniela Visani e il presidente del Consorzio di Bonifica Romagna Occidentale, Alberto Asioli.

Per le 16.45 è prevista la presentazione pubblica del percorso partecipativo “Santerno Resiliente”, a cura del geologo Gabriele Cesari. A partire dalle 17 si parlerà di cura e gestione del territorio con Rosanna Bissoli e Camilla Iuzzolino del Servizio tutela e risanamento acqua, aria e agenti fisici della Regione Emilia-Romagna, intervallate da un intervento a cura del Servizio Area Reno e Po di Volano. Dalle 17.45, infine, verranno illustrate alcune proposte concrete di valorizzazione del fiume Santerno e della Vallata. Prenderanno la parola: il presidente di Gipiesse, Daniela Visani, il segretario della Federazione Europea dei Geologi, Gabriele Ponzoni, il direttore generale di IF Imola Faenza Tourism Company, Erik Lanzoni e il direttore dell’Ente di gestione per i Parchi e la Biodiversità Romagna, Massimiliano Costa.

Il dibattito conclusivo sarà seguito da un aperitivo e dal programma serale della manifestazione Tipica.

Il convegno è gratuito.

Per adesioni: 320.0787023; info@gipiesse.net.

Leggi anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>