L’Unione Sportiva Imolese Lotta vice-campione dell’Emilia Romagna

L’Unione Sportiva Imolese Lotta vice-campione dell’Emilia Romagna

Grazie ad una incetta di medaglie, con undici titoli fra ori argenti e bronzi vinti da altrettanti atleti, l’Unione Sportiva Imolese Lotta si è laureata vice-campione dell’Emilia Romagna, ieri sabato 14 ottobre a Faenza.

L’Usil si è presentata alla palestra Lucchesi di Faenza come una squadra numerosa, compatta e preparata, con 15 lottatori divisi fra diverse categorie di età e peso. Grazie ai punti guadagnati negli incontri l’Usil si è classificata nella seconda posizione della classifica a squadre, a soli 13 punti dalla società faentina che si è laureata campionessa regionale. In terza posizione, distanziata di ben 30 punti, la Csrc Portuali Ravenna.

 

“Abbiamo portato a casa tante medaglie – commenta soddisfatto l’oro olimpico Andrea Minguzzi, in forza alle Fiamme Oro ma da qualche tempo si allena prsso la società ‘di casa’ con l’allenatore dell’Usil Gian Matteo Ranzi –. E’ un grande risultato, migliore delle nostre aspettative. Puntavamo alla seconda posizione per la classifica a squadre ma non speravamo di avvicinarci così tanto al Faenza, che storicamente è una delle società più forti d’Italia. Con un paio di atleti in più avremmo potuto puntare al titolo regionale. Significa che stiamo lavorando bene”.

 

Ad aggiudicarsi l’oro sono stati Nicola D’Andria fra gli under 18 (100 kg), Saverio Scaramuzzi e il fratello dell’oro a Pechino 2008 Mirco Minguzzi, che per la prima volta nella sua carriera ha vinto contro il forte avversario moldavo Dumitro Popov tesserato per la società di Bologna (82 kg).

 

Altri atleti imolesi si sono aggiudicati argenti e bronzi: Simone Raffini, Raffaele Silvestro, Simone Gironda e Marco Muscarà sono saliti sul secondo gradino del podio, mentre Marco Marongiu, Federico Ferri, Alay Bargaoi e Paolo Cordone sul terzo.

 

Di questo ottimo risultato Usil saprà fare tesoro, ma anche un nuovo punto di partenza per continuare la crescita intrapresa da qualche anno a questa parte e che ha portato la società al secondo gradino della classifica regionale.

Leggi anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>