La TARI adesso si paga con l’F24

La TARI adesso si paga con l’F24

Il tributo, di competenza comunale, viene gestito da Hera e incassato direttamente dai Comuni. Il pagamento può avvenire solo con il modulo F24, non è più valida la domiciliazione bancaria

 

E’ in consegna in questi giorni nei Comuni del Circondario Imolese l’avviso di pagamento della Tari, a copertura del periodo settembre-dicembre 2017, con scadenza 30 novembre 2017.

La Tari è la tassa che copre i costi del servizio di gestione dei rifiuti urbani e la sua gestione per il 2017 è stata affidata dal Comune a Hera, che emette due o più rate con scadenze previste dal regolamento comunale, seguite da un conguaglio il prossimo anno.

Come previsto per legge, il calcolo della Tari tiene conto delle superfici dichiarate o accertate e della composizione del nucleo familiare risultante dai dati anagrafici forniti periodicamente dai Comuni.

 

Novità importante nelle modalità di pagamento

Dal 1 ottobre 2017, la L.225/16 prevede l’incasso diretto della Tari nel conto di tesoreria del Comune.  Non è pertanto più consentito mantenere il servizio di pagamento automatico della tassa con domiciliazione bancaria come avvenuto fino ad ora. Il nuovo e unico metodo di pagamento consentito prevede quindi l’utilizzo del modulo F24 precompilato per tutti. Il modulo sarà unito all’avviso di pagamento e potrà essere pagato presso un qualsiasi sportello bancario o postale,  salvo l’obbligo di effettuare il pagamento esclusivamente in via telematica, qualora il contribuente sia un soggetto titolare di partita IVA. Si informa inoltre che il pagamento con F24 è gratuito e può essere utilizzato solo su territorio italiano.

Nella lettera di accompagnamento della bolletta sono indicate le nuove modalità di pagamento e un apposito volantino informativo è inserito in particolare nelle buste destinate alle utenze che fino ad ora pagavano con la domiciliazione. A chi di queste ultime ha reso disponibile il proprio indirizzo di posta elettronica e/o il proprio numero di cellulare, circa 10 giorni prima della scadenza arriverà inoltre una email e circa 3 giorni prima un sms come promemoria. Queste modalità di comunicazione saranno replicate anche con il prossimo invio della bolletta.

 

Un numero verde  e gli sportelli a disposizione per informazioni

Per informazioni Hera mette a disposizione un numero verde dedicato, 800.999.004, che offre risposte chiare e aggiornate relative a questo tributo, a disposizione dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 22 e il sabato dalle 8 alle 18.

In alternativa, ci si può rivolgere agli sportelli clienti di Hera sul territorio (l’elenco e gli orari di apertura sono consultabili sul sito www.gruppohera.it/sportelli).

Leggi anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>