Sicurezza idraulica del fiume Santerno. Raccolte 50 segnalazioni in vista del secondo forum

Sicurezza idraulica del fiume Santerno. Raccolte 50 segnalazioni in vista del secondo forum

Sabato 11 a Casalfiumanese dibattito su manutenzione, monitoraggio e comunicazione

Dopo cittadini, associazioni e imprese, sulla sicurezza idraulica del fiume Santerno la parola adesso passa agli Enti preposti incaricati di occuparsene. E’ in programma per sabato 11 novembre dalle ore 10 nella sala consigliare del Comune di Casalfiumanese il secondo forum sulla sicurezza idraulica del Santerno organizzato da Gipiesse e Con.Ami nell’ambito del percorso partecipato “Santerno Resiliente”.

Nel corso del primo appuntamento pubblico, tenutosi giovedì 26 ottobre, sono intervenuti i rappresentanti delle istituzioni coinvolte e i cittadini, che hanno avuto l’occasione di avanzare segnalazioni, osservazioni e proposte di sviluppo per la Vallata. Tra i problemi emersi, un ruolo di rilievo è occupato dalla manutenzione del fiume intesa come pulizia degli argini da legname, detriti e rifiuti, protezione delle sponde e regolamentazione delle attività antropiche, tutte azioni che richiedono un coordinamento costante, non limitato alle situazioni d’emergenza. Altrettanta importanza hanno assunto l’accessibilità e la fruibilità del fiume nella parte più bassa della Vallata, meno frequentata da cittadini e turisti proprio perché priva di percorsi sicuri. Un altro aspetto evidenziato è stata l’importanza di un monitoraggio coordinato tra gli Enti, di un’adeguata attività di comunicazione e informazione verso la cittadinanza. Sono state infine messe in luce la necessità disalvaguardare e valorizzare luoghi che costituiscono un’eccellenza turistica, con lacorretta gestione delle attività sportive e della balneazione e il miglioramento degli accessi e dei percorsi fluviali.

Il confronto tra i cittadini presenti, segnati dalle vicende dell’alluvione del 2014, e i rappresentanti degli Enti preposti è stato molto produttivo, affrontando vari aspetti del tema e generando una cinquantina di segnalazioni utili – commenta Giovanna Antoniacci della cooperativa sociale Villaggio Globale di Ravenna che ha preso parte alla serata -. Sono emerse numerose proposte di lanciare percorsi di sensibilizzazione alle scuole e alla cittadinanza per diffondere una nuova consapevolezza ambientale sulle opportunità e i rischi che il fiume rappresenta. Credo che questa prospettiva possa essere la chiave per il coinvolgimento attivo dei cittadini, non solo durante la fase partecipativa, ma  per instaurare nuove ed efficaci collaborazioni per il futuro del fiume Santerno”.

Per partecipare all’incontro di sabato 11 novembre è sufficiente registrarsi suwww.santernoresiliente.org o scrivere a progetti@gipiesse.net. Il forum sulla sicurezza idraulica apre un ciclo di focus tematici, che saranno ospitati dai diversi Comuni coinvolti nel percorso partecipativo “Santerno Resiliente”.

Leggi anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>