“Bianco Nero”, mostra d’atmosfera alla Bottega Gollini

“Bianco Nero”, mostra d’atmosfera alla Bottega Gollini

La Bottega Gollini inaugura sabato 2 Dicembre “Bianco Nero – Atmosphère noir”, una mostra che coinvolge venticinque artisti di fama nazionale e internazionale ed espone oltre quaranta opere.

Il curatore Luigi Foschini propone un’ampia pluralità di sguardi coinvolgendo artisti di fama nazionale e internazionale, una selezione varia di  opere con stili e tecniche eterogenei, accumunate dall’uso esclusivo del bianco e del nero, nelle infinite sfumature e possibilità che il dialogo tra chiaro e scuro offre.

Tutte le opere, ognuna con le proprie peculiarità, sono portatrici di un’indagine che conduce oltre al reale e che, giocando sul filo di luci e ombre, ci connettono in qualche modo alla dimensione del mistero, trasmettendone sensazioni, profondità, riflessioni o fascino.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

In mostra vi sono quarantotto opere e venticinque sono gli artisti coinvolti, tra cui grandi nomi quali Omar Galliani, Jonathan Guaitamacchi, Fathi Hassan, Heidi McFall, Angelo Titonel. E ancora, Luca Bellandi, al quale recentemente è stata dedicata una Personale alla Bottega Gollini, Guido Armeni, Luca Berberini, Daniele Cestari, Andrea Mariconti, Antonio Murgia, Stefano Ronci.

E poi i sodalizi storici, gli artisti Imolesi che collaborano stabilmente con la Galleria d’Arte: Dosso, Dante Passarelli, Ermes Ricci. Tra i più giovani troviamo Giulio Maulini che ha esordito con la prima Personale alla Bottega Gollini, gli artisti emergenti Edgar Maccarelli e Filippo Zoli. E molti altri nomi di rilievo.

Oltre alle numerose opere pittoriche, sono esposte alcune importanti sculture: un albero di Guido Armeni, una donna velata in bronzo di Cristina Roncati, due lavori di Nicola Cucchiaro.

Tra le opere, si segnala la presenza di “Abi” (2002), un ritratto a pastello su carta di Heidi McFall di grande valore; è il volto di una giovane donna che ci permette di ammirare la straordinaria tecnica della McFall che tende a un effetto fotografico, ma il cui risultato va molto oltre il Fotorealismo. Citando Francesca Pietracci, ‘Quella che si staglia sul cartoncino è l’immagine di un volto assoluto, staccato dal proprio contesto, senza ambientazione o riferimenti personali. Luci e ombre morbide si stagliano dal fondo delimitando lineamenti ed espressioni dolci. È da qui che nasce un forte senso del mistero, seppure inglobato in una normalità quasi sconcertante’.

“Bianco e Nero” è l’occasione per attraversare in maniera trasversale il variegato panorama artistico contemporaneo.

Il percorso espositivo è un viaggio nell’oscurità che permette, alla fine, di organizzare una visione d’insieme che è anche atmosfera. Indugiando su questo aspetto, Luigi Foschini si è ispirato alle suggestioni del genere Noir e alla musica di Miles Davis, il quale ha firmato la colonna sonora di “Ascenseur pour l’échafaud” (“Ascensore per il patibolo”, 1958), film del regista francese Louis Malle in proiezione durante l’evento inaugurale.

Il percorso espositivo può divenire per i visitatori un’esperienza intrigante, oltre che di indiscutibile spessore e interesse culturale.

 

Elenco degli artisti coinvolti e brevi note biografiche:

Armeni, Guido Nasce a Cremeno di Lecco nel 1944, vive e lavora ad Ancona.

Barberini, Luca nasce a Porto Corsini (RA) nel 1981, vive e lavora a Bologna.

Bellandi, Luca nasce a Livorno nel 1962 dove vive e lavora.

Cestari, Daniele nasce nel 1983 a Ferrara, dove vive e lavora.

Cucchiaro, Nicola nasce nel 1957 a Rimini dove risiede e lavora.

Dosso (Giuseppe Dall’Osso) vive e lavora a Imola.

Frisoni, Davide nasce nel 1965 a Rimini, vive e lavora tra Rimini e Istanbul.

Galliani, Omar nasce nel 1954 a Montecchio Emilia (BO) dove vive e lavora.

Guaitamacchi, Jonathan nasce nel 1961 a Londra, vive e lavora tra Milano, Londra e Cape Town.

Hassan, Fathi (Akky) di origine Nubiana (Egitto – Sudan), nasce a Il Cairo nel 1957, vive e lavora in Italia dal 1979.

Maccarelli, Edgar nasce a Cuzco in Perù nel 1996. Vive e lavora a Sassoleone (BO).

Mariconti, Andrea nasce a Lodi nel 1978.Vive e lavora tra Cremona e Milano.

Maulini, Giulio nasce ad Arona nel 1993, vive e lavora a Torino.

McFall, Heidi nasce nel 1974 a Dewitt, Idaho, USA.Vive e lavora a San Antonio in Texas.

Murgia, Antonio nasce nel 1956 a Sarroch (CA), vive e lavora tra Biella e Cagliari.

Palladino, Ciro nasce nel 1952 a Torre del Greco (NA) dove vive e lavora alle falde del Vesuvio.

Passarelli, Dante nasce nel 1950 a Imola (BO) dove vive e lavora.

Roncati, Cristina nasce nel 1943 a Modena dove vive e lavora.

Ronci, Stefano nasce nel 1972 a Rimini dove vive e lavora.

Ricci, Ermes vive e lavora a Imola (BO).

Stazio, Ivo nasce nel 1959 a Casalecchio (BO) dove vive e lavora.

Stefanoni, Tito nasce nel 1937 a Lecco, dove vive e lavora.

The Catman, Andrés nasce a Parigi nel 1966, vive e lavora a Barcellona.

Titonel, Angelo nasce a Cornuda (TV) dal 1992 vive e lavora a Imola.

Zoli, Filippo nasce nel 1991 a Faenza (RA) dove vive e lavora.

 

La mostra rimarrà aperta fino alla fine del mese di Dicembre 2017.

INGRESSO LIBERO.

Orari di apertura della mostra:

dal Martedì al Sabato dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle ore 16.00 alle 19.00

Lunedì e Domenica: chiuso.

Periodo di apertura: dal 02 al 31.12.2016

chiusure per festività: 8 – 25 – 26 dicembre.

Info: t. 0542 30360 – info@bottegagollini.it  www.bottegagollini.it

 

 

La Bottega Gollini: una storia di passione per l’arte

La Bottega Gollini viene fondata a Imola nel 1967 da Alberto Gollini, Imolese noto per aver favorito la diffusione di opere uniche e grafiche d’autore di alcuni tra i più importanti nomi del panorama artistico nazionale ed internazionale. Nel 2000 Luigi Foschini acquista la Bottega con l’impegno di portare avanti la stessa concezione dell’arte e il medesimo modo di operare, a favore della creazione di relazioni artistiche e culturali di rilievo, lontano da logiche esclusivamente commerciali. Luigi Foschini mantiene l’attività del laboratorio artigianale di produzione cornici, amplia le attività della Galleria d’Arte, mette in circolazione opere di importanti artisti e le avvicina ad un ampio pubblico.

Nel 2013 la Bottega Gollini si trasferisce presso la Via Emilia, di fronte al Teatro Ebe Stignani, cuore della vita culturale Imolese: il passaggio sancisce la volontà di apertura e partecipazione alle attività cittadine.

Nel 2014 inaugura una nuova Stagione di eventi aperti al pubblico con la mostra 20×20 e con una Personale dedicata a Ermes Ricci.

Nel novembre 2015 apre gli spazi della Bottega Gollini alla prima Personale del giovane e promettente artista emergente Giulio Maulini: “Visioni dettate dall’Istinto”.

Nel marzo 2016 inaugura “Le mutevoli forme”, una Personale dedicata alla recente opera pittorica di Gian Ruggero Manzoni, artista poliedrico di fama internazionale, aderendo al più ampio progetto espositivo dell’artista: “Stelle, Costellazioni, Galassie, Semi, Mutazioni”.

Nel Dicembre 2016 Luigi Foschini decide di mettere in relazione due artisti Imolesi in un’unica mostra: “Est e Ovest”, dedicata alle opere di Dosso e Dante Passarelli.

A marzo 2017 inaugura “The Illusionist”,  mostra Personale di Luca Bellandi.

È del dicembre 2017 la mostra “Bianco Nero” che espone opere esclusivamente in bianco e nero di venticinque artisti di fama nazionale e internazionale.
Bottega Gollini, Galleria d’Arte – via Emilia, 43 Imola (Bo) – t. 0542 30360 – info@bottegagollini.it  www.bottegagollini.it

Leggi anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>