Primarie Pd, Anna Pariani lancia la sfida, primo incontro pubblico a Bubano

Primarie Pd, Anna Pariani lancia la sfida, primo incontro pubblico a Bubano

BUBANO – Entra nel vivo la campagna elettorale per le amministrative imolesi. E a presentarsi alla Città ufficialmente, come uno dei papabili alla carica di primo cittadino nell’ambito delle primarie Pd è Anna Pariani che, il prossimo 24 gennaio alle 20, alla Cittadella di Bubano, terrà il primo incontro del progetto #amoimola, a sostegno della propria candidatura.

Del resto, le donne che aspirano a partecipare alle primarie di coalizione (Anna Pariani e l’assessore uscente Giuseppina Brienza della lista civica Imola futuro) avevano chiaramente affermato che non avrebbero aspettato il 4 marzo come da indicazioni della segreteria di viale Zappi (“bisogna concentrarsi sulla candidatura di Manca in Parlamento” era stato il monito dell’assessore Davide Tronconi). E così è stato.

Anna Pariani lancia così ufficialmente la sfida: una serie di incontri per parlare di Imola e del suo futuro.

“Ci proponiamo di aprire un confronto affinché le primarie di coalizione del centrosinistra siano un modo per parlare di progetti e non solo di nomi – dice Pariani -. Vogliamo tenere insieme la discussione locale con la campagna elettorale per le politiche, perché governare Imola significa confrontarsi con i temi del governo nazionale, sulla sanità come sulle grandi infrastrutture, sulla fiscalità come sulla sicurezza, sulla qualità sociale come sul lavoro”.

Prima di tutto Imola è lo slogan scelto. “Un impegno ad essere un sindaco che sigla un patto con i propri cittadini: una presenza costante rivolta esclusivamente alla città, non alla carriera politica – prosegue Pariani -. É uno stile e un progetto di partecipazione, per costruire scelte di governo condividendo gli obiettivi tutti i giorni, non solo ogni cinque anni. La politica deve imparare a rendere conto: è finita l’epoca delle promesse in campagna elettorale che non si realizzano mai, come purtroppo vediamo in questa fase propagandistica indirizzata alle prossime elezioni nazionali. Il primo incontro sarà l’occasione per confrontarci sul ruolo di Imola nella città metropolitana e nel territorio regionale, per nuovi progetti e investimenti e per salvaguardare i nostri servizi sanitari”.

“La cena di sottoscrizione (euro 20) è anche un modo trasparente per finanziare il lavoro che stiamo facendo a sostegno della mia candidatura a sindaco, in assenza di regole che PD e coalizione non hanno ancora stilato – conclude -. Anche su questo credo che la politica debba sempre più rendere conto, se vuole riacquistare credibilità”.

 

Leggi anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>