Controlli della Guardia di Finanza in una associazione dilettantistica sportiva. Contestate irregolarità

Controlli della Guardia di Finanza in una associazione dilettantistica sportiva. Contestate irregolarità

IMOLA -Nel corso di alcuni controlli della Guardia di Finanza di Bologna, messi in atto nei giorni scorsi, è stata contestata, a una associazione dilettantistica sportiva di Imola, una situazione di irregolarità relativa all’inquadramento di 24 lavoratori.

Secondo le Fiamme Gialle i lavoratori venivano “utilizzati con diverse mansioni quali barista, addetto alla manutenzione dei campi sportivi o ai servizi di pulizia”. Per questo motivo “ai responsabili dell’associazione (che si occupa anche di organizzazione eventi e noleggio di impianti, ndr) sono state contestate le sanzioni previste in materia giuslavoristica”, tra cui l’applicazione della cosiddetta ‘maxi-sanzione per lavoro nero’, che viene comminata ‘a scaglioni’, in relazione alla durata del rapporto irregolare di lavoro.

Le sanzioni, precisa la Guardia di Finanza, potrebbero andare “da un minimo di 127.000 euro ad un massimo di 765.0000″. Inoltre, vista “la grave situazione di irregolarità constatata, i finanzieri imolesi svolgeranno anche degli approfondimenti “per verificare che l’associazione sportiva dilettantistica disponga dei requisiti previsti dalla legge per poter usufruire dei benefici fiscali riservati dalla normativa di settore”.

Leggi anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>