Velox attivi a fine febbraio? La Città metropolitana dia comunicazione puntuale

Velox attivi a fine febbraio? La Città metropolitana dia comunicazione puntuale

VALSANTERNO – “I dispositivi di rilevazione della velocità installati lungo la Montanara non sono attualmente operativi in quanto non sono ancora terminate le operazioni tecniche di collaudo necessarie per garantire il corretto funzionamento delle apparecchiature. Inoltre siamo in attesa di una nuova apparecchiatura autovelox dotata delle più recenti tecnologie. Pertanto si ritiene che tali dispositivi possano raggiungere la piena operatività entro la fine del mese di febbraio”.

E’ questa la risposta a una interrogazione della consigliera di opposizione al Circondario Brigida Miranda che, nelle scorse settimane, aveva chiesto ragguagli alla Giunta dell’ente di via Bocciaccio. Interrogazione analoga era stata presentata anche dalla consigliera metropolitana di Uniti per l’Alternativa Marta Evangelisti. In questo caso la Città metropolitana ha fornito ulteriori dettagli.

“I rinvii nell’attivazione sono stati condizionati dall’emanazione della direttiva Minniti di fine luglio che ha introdotto, a istruttoria quasi compiuta, nuove procedure riguardanti l’omologazione, la certificazione e la taratura delle apparecchiature”, scrive il consigliere delegato Marco Monesi.

 

“Tale complessa revisione ha riguardato la totalità delle postazioni e dei relativi dispositivi quindi anche quelli installati che, pena la sospensione prolungata delle funzionalità, sono stati progressivamente adeguati con precedenza rispetto ai nuovi. I c.d. Prevelox, inoltre, hanno comportato per la Polizia provinciale uno specifico addestramento professionalizzante, essendo apparecchiature mai utilizzate sul territorio”.

 

La Città metropolitana ritiene comunque non opportuno diffondere la data di attivazione  “la cui conoscenza depotenzierebbe fortemente l’attività di polizia e gli effetti della vigilanza stradale; va sottolineato infine che la vigilanza stradale, proprio per le necessità di testare attrezzature, procedure e agenti sul posto, è stata, con riguardo alla Polizia provinciale, più frequente che in passato”.

 

“Risposte che non ci soddisfano in pieno – commentano le consigliere Miranda ed Evangelisti -. L’incertezza sulla data dell’attivazione sta creando confusione tra la popolazione. Tra l’altro la Città metropolitana, in precedenza, aveva fornito almeno orientativamente il periodo di attivazione in particolare quando Monesi era venuto a Fontanelice e aveva indicato fine novembre per l’attivazione dei dispositivi. Per legge, inoltre, sia i prevelox che i velox fissi devono essere debitamente segnalati. Nel caso del prevelox è prevista perfino la presenza della pattuglia. Quindi, la conoscenza della loro presenza è alla base della norma che regola la materia ed è anche rilevante ai fini della validità della sanzione. Dire, pertanto, che la conoscenza depotenzierebbe l’attività di polizia non ci trova d’accordo. I cittadini invece devono essere pienamente informati della presenza dei dispositivi sanzionatori e della loro attivazione. E sono solo l’informazione e la consapevolezza che possono davvero aiutare a creare quelle buone condotte quando si è alla guida. Quindi invitiamo sia il Circondario che la Città metropolitana a fornire una informazione puntuale con apposita comunicazione ufficiale quando i dispositivi saranno avviati”.

Leggi anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>