Due arresti e due fermi. Ottimi risultati del programma “Alto impatto” dei Carabinieri di Imola

Due arresti e due fermi. Ottimi risultati del programma “Alto impatto” dei Carabinieri di Imola

IMOLA -Due arresti nella giornata di ieri e una attività di controllo capillare intensificatasi anche su indicazione del Prefetto e con particolare riguardo ai reati predatori. In una dettagliata conferenza stampa, la Compagnia Carabinieri di Imola ha illustrato il programma straordinario di prevenzione denominato “Alto impatto”, volto ad assicurare una costante vigilanza e un servizio mirato anche su aree isolate. “Alla presenza sul territorio abbiamo abbinato anche un impegnativo lavoro di analisi – afferma il Tenente Colonnello Marco Centola -. Analizziamo le fattispecie delittuose, le zone, la quantità di reati, pianificando una serie di servizi in uno sforzo davvero mirato. Questo lavoro ci sta consentendo di avere un riscontro anche in tempi brevi, di 7-10 giorni”.

Un arresto per furto. Nella giornata di ieri  è stato eseguito l’arresto di un bosniaco quarantacinquenne, da anni dimorante nell’imolese, con l’accusa di furto in abitazione. Si era introdotto in una casa di via De Rosa, dove aveva rubato del denaro contante e alcuni gioielli, ma sorpreso dal proprietario è stato poi arrestato da una pattuglia dell’Arma.

Individuati i due presunti complici del furto da Zama. La Compagnia dei Carabinieri di Imola ha inoltre sottoposto a fermo d’indiziato anche gli altri due presunti autori della rapina impropria del 7 febbraio all’interno del negozio Zama Calzature di Toscanella di Dozza, individuati sul territorio di Castel San Pietro Terme. Si tratta di due marocchini, classe 1993 e 1987, irregolari e senza fissa dimora, che sono stati condotti alla Casa circondariale di Bologna.

Lotta allo spaccio . I militari, inoltre, stanno costantemente monitorando il fenomeno dell’uso di stupefacenti con particolare attenzione alle aree scolastiche, con l’importante collaborazione da parte degli stessi Istituti Scolastici. Sempre nel corso della giornata di ieri, i Carabinieri di Imola hanno tratto in arresto uno studente ventenne con l’accusa di spaccio. A seguito di recenti segnalazioni di “movimenti sospetti” in orario di ricreazione in un’area esterna di un Istituto Scolastico del centro cittadino, è stato predisposto un apposito servizio che ha permesso di cogliere in flagranza un giovane ventenne mentre cedeva una dose di marijuana ad un diciannovenne. Successive perquisizioni del domicilio e personali del ventenne hanno permesso di rinvenire altri sei grammi di marijuana e 90 euro in contanti, ritenuti un presumibile profitto dell’attività di spaccio.

Attività di controllo e sensibilizzazione. Sono stati inoltre controllati 9 attività commerciali, 67 veicoli e identificate 176 persone. Proseguono, poi, le iniziative di sensibilizzazione della popolazione, in particolare anziana, con incontri pubblici, tenuti dai militari dell’Arma, in circoli ricreativi, parrocchie e luoghi di aggregazione. Ai cittadini vengono forniti “vademecum” informativi su come proteggersi in particolare dalle truffe. “Inoltre invitiamo sempre a segnalare movimenti o rumori sospetti – dice il Tenente Colonnello Marco Centola -. Questo tipo di collaborazione è importantissimo”.

Leggi anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>