Maxi rissa tra migranti in un appartamento di via Fratelli Bandiera. Paura tra i residenti

Maxi rissa tra migranti in un appartamento di via Fratelli Bandiera. Paura tra i residenti

IMOLA – Una violenta rissa tra richiedenti asilo è scoppiata domenica sera in una palazzina di via Fratelli Bandiera, all’interno di un appartamento gestito dalla cooperativa Camelot. A dare l’allarme alcuni residenti della zona, impauriti dalle urla che non sembravano cessare.

Nell’appartamento risiedono una decina di migranti. A scatenare la rissa sarebbe stato uno scherzo mal digerito da uno di essi. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia di Stato. Alcuni richiedenti asilo sarebbero anche stati portati al pronto soccorso per essere medicati (un altro invece si sarebbe sentito male per lo spavento).

La cooperativa, intanto, ha fatto sapere di voler avviare un confronto con le persone coinvolte nella rissa, in collaborazione con il Commissariato, per cercare di capire cosa sia accaduto e provare a evitare il ripetersi di tali situazioni in futuro. nel frattempo scoppia la polemica.

“Ci chiediamo se gli ospiti di questo appartamento siano controllati h24 da qualcuno della cooperativa che dovrebbe gestirli – dice il segretario imolese della Lega Nord Marco Casalini – e ci chiediamo quanti sono effettivamente gli ospiti che l’appartamento dovrebbe contenere. Il numero massimo di ospiti ammessi sembra spesso disatteso e questo sicuramente non aiuta l’integrazione di persone che arrivano dall’altra parte del mondo. Ci auguriamo che vengano presto accertate eventuali responsabilità”. Sul tema la cooperativa ha già precisato, al Corriere Romagna, che almeno una volta al giorno un operatore si reca presso l’appartamento e che i migranti sono seguiti regolarmente nelle loro attività.

 

Leggi anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>