Opportunità Santerno, convegno conclusivo a Palazzo Sersanti

Opportunità Santerno, convegno conclusivo a Palazzo Sersanti

IMOLA – Si terrà sabato 24 marzo al mattino a Palazzo Sersanti di Imola il convegno “Opportunità Santerno” con la presentazione dei risultati del progetto di partecipazione “Santerno Resiliente” finalizzato alla sottoscrizione del Contratto di Fiume.

A partire dalle 9.30 sono previsti i saluti istituzionali di Adriana Cogode (commissario Comune di Imola), Alberto Baldazzi (sindaco di Castel del Rio), Clorinda Mortero (presidente Ente Parco Biodiversità), Fabio Bacchilega (presidente Fondazione Cassa di Risparmio di Imola), Stefano Manara (presidente Con.Ami), Daniela Visani (presidente Gipiesse).

Dalle 10 l’intervento istituzionale su “I contratti di fiume per la governance dei territori fluviali”. E’ stata invitata per l’occasione l’assessora alla Difesa del suolo e alla Protezione civile, Paola Gazzolo. Alle 10.30 spazio alla voce dei soggetti portatori di interesse per parlare di quattro argomenti: agricoltura sostenibile con le associazioni degli agricoltori; sport e intrattenimento con le associazioni ricreative e sportive;  strategie e investimenti nel turismo con IF Tourism Company e l’Ente Parco per la Biodiversità; progetti e investimenti privati con le associazioni di categoria del territorio.

Alle 11.30 saranno presentati i risultati del percorso partecipato “Santerno Resiliente”. Interverranno Andrea Caccia e Giovanna Antoniacci della cooperativa Villaggio Globale su “La partecipazione è il metodo per curare il bene comune”, Gabriele Cesari (coordinatore del progetto) su “La mappa delle osservazioni e delle proposte raccolte” e Vittoria Montaletti (Regione Emilia-Romagna) su “Il percorso che ci aspetta verso il Contratto di Fiume”.

Alle 12.30 la firma del protocollo di intesa “Verso il Contratto di Fiume Santerno estesa ai nuovi aderenti. Al termine pranzo-buffet con i prodotti tipici offerti dalle aziende del territorio. Al termine buffet offerto dalle aziende del territorio.

Leggi anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>