Sabato 22 settembre grande inaugurazione dei restauri del Museo delle Carrozze

Sabato 22 settembre grande inaugurazione dei restauri del Museo delle Carrozze

Sabato 22 settembre alle 17.30, il professor Roberto Balzani, presidente dell’Istituto per i Beni culturali dell’Emilia Romagna, inaugura i restauri del Museo delle carrozze all’interno del Palazzo vescovile di Imola. Questo spazio, che da molti anni era chiuso al pubblico, riapre completamente rinnovato a cura del Museo diocesano, ampliando ulteriormente la fruizione della superficie adibita a museo all’interno del Palazzo vescovile di Imola: dal Museo diocesano sito al piano nobile sino al cortile delle carrozze, passando per chiostro e lapidarium.

Museo diocesano, cortile d’onore, lapidarium e Museo delle carrozze divengono così un polo culturale unitario di grande suggestione a servizio dell’intera comunità cittadina.

All’inaugurazione, alla quale interverranno Andrea Ferri (vicedirettore dell’Archivio Diocesano) e Marco Violi (vicedirettore del Museo Diocesano), seguirà una visita guidata e un brindisi. In serata, alle 21 nel primo chiostro del palazzo vescovile, è in programma il concerto “Antonio Vivaldi – I concerti da camera” con l’Ensemble strumentale Recondite Armonie.

 

 

Il Museo delle carrozze

 

Nel lato sud del cortile delle scuderie, sul lato sinistro, all’interno di uno degli spaziosi locali adibiti a rimessa, dal 1962 è posto il Museo delle carrozze. In esso sono custodite due fastose berline di gala settecentesche di proprietà dei vescovi imolesi, poi utilizzate – almeno dal 1765 – anche per il trasporto in caso di maltempo, dal suo santuario sino a Imola, della venerata immagine della Madonna del Piratello.

L’elegante ambiente, voltato a crociera e sostenuto da quattro massicci pilastri su cui originariamente venivano appesi i finimenti per i cavalli, è stato completamente ristrutturato, fornito di un impianto di illuminazione a led e dotato di un’ampia e spaziosa vetrina in cui è ospitata una preziosa serie di nove livree sette-ottocentesche, in eccezionali condizioni conservative, originalmente indossate da valletti e cocchieri in servizio nel palazzo vescovile. In esposizione anche alcuni copricapi (coordinati alle livree) e il modello in legno dell’imponente Cadillac, adattata nel 1964 su progetto dello scultore imolese Giovanni Vighi per il trasporto della Madonna del Piratello.

Nel 2003 una delle due berline di gala, quella rossa e oro, fu completamente restaurata grazie al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola. In quell’occasione, la Fondazione diede alle stampe la monografia “Le carrozze dei vescovi di Imola e la Madonna del Piratello. Tre secoli di storia”, inserita nella collana Tracce (vol. 2, 2014), a cura di Andrea Ferri. Nella presentazione al volume la Fondazione auspicava che la carrozza venisse poi “così esposta in maniera permanente”. Il restauro e l’apertura di questo nuovo spazio museale trasforma quell’auspicio in realtà.

 

 

 

 

Orari di apertura e info

 

MUSEO DELLE CARROZZE

Cortile delle carrozze del palazzo vescovile

Piazza Duomo, 1 – 40026 Imola (Bo)

Orari di apertura

martedì, mercoledì e giovedì: ore 9-12 / martedì e giovedì: ore 14-17 / sabato e domenica: ore 15.30-18.30.

Info | tel. 0542 25000 – fax 0542 34672 | www.facebook.com/museodiocesanoimola

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *