Da oggi e fino al 31 marzo limitazioni alla circolazione dei veicoli

Da oggi e fino al 31 marzo limitazioni alla circolazione dei veicoli

IMOLA – Sono scattate da questa mattina le misure previste dalla Regione Emilia Romagna in attuazione del Piano Aria integrato regionale (Pair 2020) e del nuovo accordo di bacino padano 2017, al fine di ridurre l’inquinamento atmosferico a tutela della salute pubblica. Le misure coinvolgono anche Imola e sono relative alla limitazione della circolazione dei veicoli privati in ambito urbano, finalizzata in particolare alla gestione dell’emergenza da PM 10. Le misure sono in vigore dall’1 ottobre 2018 al 31 marzo 2019. in questo contesto, sono previste anche misure emergenziali, attuabili esclusivamente a seguito delle verifiche effettuate da Arpae, da adottare in caso di superamento continuativo del valore limite giornaliero di PM10, nel periodo autunno – inverno.

I veicoli interessati dai limiti alla circolazione – L’ordinanza, a firma della sindaca Manuela Sangiorgi, dispone:

  1. Dal 1° ottobre 2018 al 31 marzo 2019 il divieto di circolazione dinamica nel centro abitato (allegato C) di Imola, dal lunedì al venerdì, dalle 08.30 alle 18.30 alle seguenti categorie di veicoli: autoveicoli a benzina < = ( minore o uguale) a Euro1; autoveicoli diesel < = ( minore o uguale) a Euro 4; ciclomotori e motocicli < = ( minore o uguale) a Euro 0; veicoli diesel di tipo M2,M3,N2 o N3  < = ( minore o uguale) a Euro 4; veicoli diesel commerciali di tipo N 1 < = (minore o uguale ) Euro 4.
  2. Il divieto di circolazione dinamica nel centro abitato resta in vigore (domeniche ecologiche) nelle giornate di domenica 07/10/2018, 04/11/2018, 02/12/2018, 13/01/2019, 3/02/2019, 10/03/2019,
  3. Il presente provvedimento è sospeso nelle seguenti giornate festive:

01/11/2018,  25/12/2018, 26/12/2018, 01/01/2019

 

Possibilità di raggiungere parcheggi scambiatori – Ai veicoli cui è vietata la circolazione è comunque consentito entrare nel centro abitato esclusivamente per raggiungere i parcheggi scambiatori serviti dal servizio pubblico, nonché per raggiungere le direttrici principali che collegano i capoluoghi di provincia e l’ingresso dell’Autostrada A14, attraverso le vie: Pisacane, Resistenza, Selice, Turati, Del Lavoro, Serraglio. P.le Pertini, Lasie, Molino Rosso, Gambellara, I Maggio, Cooperazione, della Solidarietà, della Costituzione, Marzabotto, Di Vittorio, D’Acquisto, Casalegno, Correcchio, Mazzanti, Casola Canina, Amendola, Emilia, Villa Clelia, D’Agostino, Montanara, Punta, S.P.14 Codrignano, Cappelli, Tenni, Ascari, Nuvolari, dei Colli, Rivazza, Santerno, Goccianello, Pediano, Bergullo, Graziadei, Pirandello, Tiro a Segno, viale Zappi, Galvani,Marconi, Veneto, S. Benedetto e Aspromonte, i cui percorsi sono  individuati nella planimetria che si allega ( allegato C):

  • Via Emilia, direzione Forlì – Imola, dalla delimitazione del centro abitato al parcheggio Paddock sito in via Santerno.
  • Via Selice direzione Conselice – Imola, dalla delimitazione del centro abitato al parcheggio sito al civico 42/D (parcheggio Rirò) e proseguendo sulla via Selice in direzione centro fino a via del Lavoro; Via Selice dalla delimitazione del centro abitato, percorrendo le vie: Lasie , I° Maggio, Grieco e /o Pastore ( parcheggio Ca’del Pozzo).
  • Via Emilia e via Amendola, direzione Imola, dalla delimitazione del centro abitato percorrendo le vie: della Solidarietà, Villa Clelia, Montericco, Pola e S. Benedetto per raggiungere i parcheggi del Nuovo Ospedale (parcheggio G.Cattani e parcheggio sito in via Pola).
  • Via Montanara, direzione Firenze – Imola, dalla delimitazione del centro abitato al parcheggio dell’Impianto sportivo di via D’Acquisto.
  • direzione Ravenna – Imola, attraverso la S.P. Lughese e dalla delimitazione del centro abitato al parcheggio sito sulla via Graziadei, posto nelle adiacenze di via Manzoni.
  • Viale D’Agostino, viale Zappi e parcheggio Bocciofila
  • Via Pirandello,Via Tiro a Segno e parcheggio scuole Rodari
  • Via Galvani , via A. Costa, via Veneto e parcheggi  di via Aspromonte
  • Via Del Lavoro, via Serraglio, p.le Pertini e parcheggi Stazione FFSS
  • Via Di Vittorio e parcheggio supermercato  “Ipersidis”
  • Via della Cooperazione, Via Marzabotto e parcheggio centro commerciale “Leonardo”

 

Veicoli esclusi dalle limitazioni previste dall’ordinanza – Sono esclusi dalle limitazioni alla circolazione di cui alla presente Ordinanza i seguenti veicoli:

  1. autovetture con almeno tre persone a bordo (car-pooling) se omologate a 4 o più posti e con 2 persone se omologate a 2 posti
  2. autovetture condivise (car sharing)
  3. elettrici o ibridi funzionanti con motore elettrico;
  4. funzionanti a metano e a GPL;
  5. veicoli immatricolati come autoveicoli per trasporti specifici e autoveicoli per uso speciale, come definiti dall’art. 54 comma 2 del Codice della Strada e dall’art. 203 del Regolamento di Esecuzione del Codice della Strada. (allegato B )
  6. veicoli di emergenza, di soccorso, compreso il soccorso stradale e la pubblica sicurezza, nonché degli Ufficiali Giudiziari e di istituti di vigilanza.
  7. veicoli attrezzati per il pronto intervento e la manutenzione ordinaria di impianti pubblici e privati, a servizio delle imprese e della residenza, nonché veicoli in servizio di recapito/raccolta postale e assimilati, come attestato dall’ente o dalla ditta che esercita il servizio;
  8. veicoli di turnisti e di operatori in servizio di reperibilità con certificazione del datore di lavoro e veicoli di personale scolastico che svolge l’attività in più plessi scolastici o che si trova in condizione di dover effettuare spostamenti necessari all’espletamento di attività didattiche essenziali, come attestato dai dirigenti scolastici;
  9. carri funebri e veicoli al seguito, veicoli componenti cortei matrimoniali, nonché veicoli al servizio di ministri del culto per esigenze improrogabili legate all’esercizio delle loro funzioni;
  10. veicoli per trasporto persone immatricolati per il pubblico trasporto (taxi, n.c.c., autobus di linea e non);
  11. veicoli al servizio di persone invalide provvisti dell’apposito contrassegno;
  12. veicoli utilizzati per il trasporto di persone sottoposte a terapie indispensabili e indifferibili per la cura di malattie gravi (o per visite e trattamenti sanitari programmati) in grado di esibire la relativa certificazione medica e attestato di prenotazione della prestazione sanitaria; veicoli utilizzati per il trasporto di persone che si rechino o provengano da strutture di Pronto Soccorso;
  13. veicoli di paramedici e assistenti domiciliari in servizio di assistenza domiciliare con attestazione rilasciata dalla struttura pubblica o privata di appartenenza, veicoli di medici/veterinari in visita domiciliare urgente muniti di contrassegno rilasciato dal rispettivo ordine; veicoli utilizzati per assistenza domiciliare privata con attestazione della necessità rilasciata dal medico curante;
  14. veicoli utilizzati dai donatori di sangue nella sola giornata del prelievo e per il tempo strettamente necessario da/per la struttura adibita al prelievo;
  15. veicoli adibiti al trasporto di prodotti deperibili (frutta, ortaggi, carni e pesci, fiori, animali vivi, latte e latticini, di farmaci e prodotti per uso medico (gas terapeutici, ecc.);
  16. veicoli al servizio delle manifestazioni regolarmente autorizzate e veicoli degli ambulanti che si recano o di ritorno dai mercati;
  17. veicoli adibiti al trasporto di stampa periodica;
  18. veicoli che trasportano attrezzature e merci per il rifornimento di strutture pubbliche e di assistenza socio-sanitaria, di scuole e cantieri;
  19. veicoli di autoscuole muniti di logo identificativo, durante lo svolgimento delle esercitazioni di guida (almeno due persone a bordo);
  20. veicoli utilizzati per l’accompagnamento ed il ritiro degli alunni dagli asili nido, materne, elementari e medie inferiori; questi veicoli possono circolare nelle zona interdetta per 30 minuti antecedenti e 30 minuti successivi all’entrata e all’uscita dell’alunno;
  21. veicoli a servizio di persone soggiornanti presso alberghi situati nelle aree delimitate, esclusivamente per arrivare/partire dall’albergo medesimo;
  22. veicoli di interesse storico e collezionistico, di cui all’art. 60 del Codice della Strada, iscritti in uno dei seguenti registri: ASI, Storico Lancia, Italiano Fiat, Italiano Alfa Romeo, Storico FMI, limitatamente alle manifestazioni organizzate;
  23. veicoli appartenenti a persone il cui ISEE sia inferiore alla soglia di €14.000,00 non possessori di veicoli esclusi dalle limitazioni, nel limite di un veicolo ogni nucleo famigliare, muniti di autocertificazione o dell’apposito modello;
  24. veicoli diretti alla revisione , muniti di apposita documentazione;
  25. veicoli della categoria N2 e N3 limitatamente al transito dalla sede operativa dell’impresa titolare del mezzo alla viabilità esclusa dai divieti e viceversa;
  26. veicoli autorizzati dalla Polizia Municipale per improrogabili ed urgenti esigenze non comprese nell’elenco di cui sopra.

 

Eventuali misure emergenziali adottabili il lunedì e giovedì – L’ordinanza prevede anche l’adozione delle seguenti misure emergenziali, attuabili esclusivamente a seguito delle verifiche effettuate da ARPAE, nelle giornate di lunedì e giovedì. Se tali verifiche evidenziano, nel Comune di Imola, o in un comune dell’agglomerato di Bologna o in comune con popolazione superiore a 30.000 abitanti nella Città Metropolitana di Bologna, l’avvenuto superamento continuativo nei quattro giorni antecedenti del valore limite giornaliero di 50 microgrammi/m3 di PM10, è previsto, dal giorno successivo alla comunicazione ARPAE, ovvero da martedì o venerdì, su tutta l’area del centro abitato  di Imola, nel periodo dal 01/10/2018 fino al 31/03/2019, compresi, nella fascia oraria dalle ore 8.30 alle 18.30, il blocco della circolazione dinamica per tutti i veicoli a motore ad eccezione dei seguenti veicoli:

  • con accensione comandata (benzina) omologati Euro 2 o successive (conformi direttive 91/542, 94/12 e/o successive;
  • con accensione spontanea (diesel), categorie M1, M2, M3, N1, N2, N3, omologati Euro 5 o successive (conformi direttive 2005/55/CE B2 e/o successive);
  • ciclomotori e motocicli omologati Euro1 e/o successive (conformi direttiva 97/24/CE e/o successive).

Nel caso in cui i giorni di controllo e/o di emissione dell’eventuale ordinanza di attivazione delle misure emergenziali ricadano in giornate festive, la giornata di controllo e di decorrenza delle ulteriori limitazioni vengono rimandate al primo giorno successivo non festivo (sabato escluso).

ARPAE provvede inoltre ad effettuare previsioni su base statistica che permettono, in caso di previsioni meteorologiche e di qualità dell’aria favorevoli alla riduzione delle concentrazioni in aria di PM10, di non attivare le misure emergenziali, nonostante i quattro giorni di superamento consecutivi.

Le verifiche e le previsioni effettuate da ARPAE sono rese note mediante pubblica avvisi, a sensi della normativa vigente (PAIR 2020).

Nel caso gli sforamenti dovessero protarsi per oltre 10 giorni, scatteranno ulteriori provvedimenti inerenti i generatori di calore.

 

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *