Circondario, mano tesa alla Sangiorgi dalla Vallata. Athos Ponti pronto a fare un passo indietro in giunta

Circondario, mano tesa alla Sangiorgi dalla Vallata. Athos Ponti pronto a fare un passo indietro in giunta

IMOLA – C’è tutto l’interesse a sbloccare la situazione che sta paralizzando l’operatività del ConAmi e del Circondario. E, al di là degli annunci e dei battibecchi a suon di conferenze stampa e di repliche, saranno decisivi i passi che saranno mossi già nella riunione di venerdì dell’Assemblea del ConAmi alla quale la sindaca di Imola, Manuela Sangiorgi, riproporrà la distribuzione del fondo di riserva, risorse importanti per consentire a Imola di chiudere il bilancio.

Su questo punto dicono la loro i sindaci civici di Dozza, Castel del Rio e Bagnara di Romagna, rispettivamente Luca Albertazzi, Alberto Baldazzi e ….  Che chiedono di “affidare all’organo tecnico, la direzione, la valutazione sulle risorse effettivamente divisibili” confermando però “l’importanza sulla scelta del nuovo cda”.

Mano tesa alla Sangiorgi potrebbe arrivare anche dal sindaco di Fontanelice Athos Ponti che parrebbe disposto a dimettersi dalla giunta a tre del Nuovo Circondario per fare posto alla sindaca di Imola. Dopo le dimissioni di Manca, infatti, la presidenza del Circondario è stata assunta dal sindaco di Medicina Onelio Rambaldi nella giunta a tre formata da Athos Ponti e da Gisella Rivola, sindaca di Casalfiumanese.

Tra la Sangiorgi e Rambaldi non corre buon sangue e il sindaco di Medicina non sembra intenzionato a lasciare la presidenza a Imola. Il passo indietro potrebbe arrivare proprio da Ponti per consentire a Imola di entrare nella giunta del Circondario dove gli animi sono piuttosto tesi con il Comune di Imola che, tra abolizione dell’articolo 2 del Circondario e annunci di ‘andarsene’ dalle gestioni associate, sta creando non poche preoccupazioni soprattutto nei sindaci dei Comuni più piccoli.

Ma adesso l’ora de temporeggiamenti è finita. E l’accordo va trovato, volenti o nolenti.

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *