ConAmi, i sindaci civici: “se necessario stop gestione Autodromo e Osservanza da parte del ConAmi”

ConAmi, i sindaci civici: “se necessario stop gestione Autodromo e Osservanza da parte del ConAmi”

Anche i sindaci civici soci del ConAmi chiedono alla prima cittadina di Imola, Manuela Sangiorgi, di tornare sui suoi passi. Luca Albertazzi (Dozza) e Davide Missiroli (Brisighella) invocano “un’immediata riapertura del dialogo sulle prospettive del ConaAmi e del territorio”. Prima di tutto per avere “un Cda legittimato, nel pieno dei poteri” arrivandoci con “una nomina il piu’ possibile condivisa, qualitativamente adeguata ed il piu’ possibile svincolata dalle appartenenze politiche”. E magari “rispettando le regole statutarie e non a colpi di mano”. In caso di “difficolta’ ad avviare un dialogo tra alcune delle parti politiche in causa noi siamo a disposizione per facilitarlo”, insistono Albertazzi e Missiroli chiedendo “una discussione pubblica” sul ConAmi. Ma soprattutto: “Se il Comune di Imola ha l’esigenza di gestire in autonomia alcuni asset strategici per la citta’ (Autodromo? Osservanza?) e’ opportuno avviare una discussione nel merito attraverso la quale si possa anche considerare l’uscita di tali asset dalla gestione del Conami rasserenando cosi’ i rapporti tra le Istituzioni che rappresentiamo”. Di sicuro, anche i sindaci ‘civici’ non lasceranno correre: le ultime vicende “verranno approfondite dal punto di vista giuridico ma rendono ancora piu’ necessario un confronto serio, corretto e pacato tra i Comuni consorziati”, da “svilupparsi sulla base del rispetto, imprescindibile, delle regole statutarie. Dobbiamo mettere la politica al centro senza alzare i toni e senza scadere, come e’ stato fatto gia’ troppe volte, in uno sterile e banale dibattito sui nomi. Basta lottizzazione politica”, mandano a dire Albertazzi e Missiroli chiedendo che “prevalga il buonsenso e venga al piu’ presto superata una fase triste, che fa perdere credibilita’ alle istituzioni”.

Fonte: DIRE

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *