Castel del Rio, nuovi investimenti sul sistema di illuminazione pubblica

Castel del Rio, nuovi investimenti sul sistema di illuminazione pubblica
Illuminazione pubblica lungo viale II Giugno e presso il complesso sportivo I Giochi e interventi, d’accordo con la Soprintendenza, attorno a Palazzo Alidosi e all’area feste, in particolare sulla perimetrazione dell’area retrostante i l Palazzo, sulle strade di accesso, sull’impiantistica di servizio: questi in sintesi le azioni che sono partite oggi e che si concluderanno entro il mese di gennaio, con lo scopo di ammodernare il sistema della luce pubblica e di risparmiare sulla bolletta nonché di completare la serie di azioni, iniziate nel 2016, per aggiungere eleganza, decoro e funzionalità all’area del Palazzo Alidosi, vero cuore pulsante del capoluogo.
“I finanziamenti giungono dallo Stato, per quel che riguarda l’illuminazione pubblica per circa 49.000, e dalla Regione e da Fondazione Cassa di Risparmio di Imola per gli interventi attorno a Palazzo Alidosi, che valgono poco meno di 50.000 euro – ricorda il Sindaco Alberto Baldazzi -. Si tratta di azioni utilissime all’eleganza del contesto di maggior pregio di cui disponiamo, e che è diventato sede stabile delle Feste e delle sagre alidosiane. Nello specifico, si interverrà sulla recinzione per oltre 150 metri della stessa area feste, sul fondo delle strade pertinenziali a lato del Palazzo, sulla piazzetta a lato dell’aereo, sugli armadi degli impianti a servizio delle feste e sui giardini. Infine, è proprio di oggi la conferma che il Comando Logistico dell’Esercito Italiano ci ha ceduto gratuitamente un “pezzo forte” della storia dell’artiglieria delle Seconda Guerra Mondiale, tra l’altro usato proprio sulla Linea Gotica e nella Valle del Santerno: si tratta del cannone 140 mm BL 5.5 di produzione inglese, che alloggeremo proprio nell’area oggetto tra le altre di questo intervento, per la piena valorizzazione e fruizione da parte di turisti e appassionati.”
Complessivamente, dal 2016, anno dell’insedimaneto dell’attuale Giunta, attorno a Palazzo Alidosi gli interventi sono stati cinque: l’ex Buca di Palazzo Alidosi, oggi nuova sede Auser, il tetto del torrione nord del palazzo, le murature dei giardini e i marciapiedi, la pavimentazione nell’area feste e appunto, oggi, le pertinenze e gli accessi al retro del palzzzo. In tutto, in 3 anni, oltre 210.000 euro di investimenti sulla sede comunale, cui si aggiungono quelli del Ministero dei beni Culturali del 2012 per altri 240.000 euro, per un  totale che supera i 450.000 euro, pressoché tutti finanziati attraverso bandi.

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *