Scomparsa di Massimo Marchignoli, il cordoglio della Città

Scomparsa di Massimo Marchignoli, il cordoglio della Città

IMOLA – Si è spento ieri, 8 marzo 2020, all’età di 61 anni, a seguito di un malore improvviso, Massimo Marchignoli, ex sindaco di Castel del Rio, ex sindaco di Imola ed ex parlamentare. Era stato sindaco di Imola dal 1999 al 2008. Nel 1991 era stato eletto sindaco di Castel del Rio e ricoprì anche il ruolo di presidente della Comunità montana Valle del Santerno.

Commosso il ricordo della Città, dei colleghi di partito e di quanti lo conobbero e ne apprezzarono la passione e l’impegno politico.

Il ricordo del Commissario di Imola, dott. Nicola Izzo

La Città di Imola è in lutto per la morte di Massimo Marchignoli ed esprime il più profondo cordoglio, unendosi al dolore della famiglia. Nella sua azione di governo ha saputo esprimere una visione della città proiettata verso il futuro, dando al cambiamento di Imola un’impronta volta alla crescita ed allo sviluppo sostenibile, in termini ambientali e sociali. Nel suo disegno di governo emerge l’idea di una città europea, che sa accogliere le persone e le idee, capace di coniugare lavoro e impresa, solidarietà e integrazione, scuola e cultura, promuovendo la famiglia e la parità di genere, nell’ottica di una piena coesione sociale.
Massimo Marchignoli ha sempre amato Imola e la politica, sue grandi passioni. Ad animarlo c’è sempre stata un’alta concezione della politica, come agire al servizio della comunità fatta di persone, in cui il senso del rispetto e dell’ascolto dell’altro ne hanno sempre caratterizzato il tratto umano.

“A nome dell’attuale governo della Città, esprimo il più profondo cordoglio per la scomparsa di Massimo Marchignoli. Nel rendere omaggio alla figura di questo importante sindaco di Imola, la Città si unisce al dolore della famiglia” ha dichiarato il Commissario Straordinario al Comune di Imola, dott. Nicola Izzo.

Marco Panieri, segretario della Federazione imolese del Pd

“A soli sette giorni dalla scomparsa dellonorevole Bruno Solaroli ci lascia anche lonorevole Marchignoli, giá sindaco di Imola e Castel del Rio, deputato e segretario. E’ stato un uomo di grandi relazioni, che ha saputo coniugare sviluppo e crescita. Tante le opere da lui cantierizzate, ad esempio la “bretella”, la ristrutturazione del teatro Ebe Stignani e del teatro Osservanza. Nel rendere omaggio alla figura di Massimo Marchignoli, il Partito Democratico si unisce al dolore della famiglia e in particolare alla moglie Serena e alla mamma Ottaviana».

Sen. Daniele Manca, ex sindaco di Imola

“Sono sconvolto, proprio mercoledì ero stato a Castel del Rio per scendere insieme e porgere a Bruno l’ultimo saluto. Siamo stati insieme ricordando le fasi di un’intera vita politica, fatta di vittorie e sconfitte! Da non credere, era tanto affaticato ed emotivamente provato da tanti dispiaceri, ma mai avrei pensato che in poco tempo ci avrebbe lasciato!
Ora non ci sono parole se non un dispiacere immenso. Un abbraccio fraterno a Massimo Marchignoli!
Ci mancherà tantissimo il tuo amore per la politica, una vita spesa per la politica ..Condoglianze e vicinanza alla moglie Serena ed alla sua cara Mamma”.

Cgil

La Cgil di Imola esprime cordoglio per la scomparsa di Massimo Marchignoli e porge le più sentite condoglianze alla moglie e alla madre.

Marchignoli, nel suo percorso politico e istituzionale, si è sempre mostrato interprete dei bisogni della comunità che rappresentava, attento alle questioni del mondo del lavoro, sempre presente alle nostre iniziative e mobilitazioni, sempre disponibile al confronto per trovare soluzioni ai problemi da affrontare.

Confartigianato

“Dopo la scomparsa di Bruno Solaroli la città si ritrova a piangere un altro ex sindaco. Con Massimo abbiamo condiviso molte delle vicende di Imola degli ultimi 20 anni. Prima come sindaco e poi come parlamentare è sempre stato vicino ai nostri territori. Un amico, un uomo di una sensibilità straordinaria dimostra in tante occasioni. Sono legato a lui da un effetto particolare, accentuato da questo tratto di umanità che lo ha sempre contraddistinto nei rapporti con la nostra associazione”, queste le prime parole di Amilcare Renzi, segretario di Confartigianato Bologna Metropolitana. Lo voglio ricordare innanzitutto come persona, perché quei tratti personali li ha trasferiti nel suo fare politica. Ricordo uno dei suoi primi interventi come sindaco di Imola quando affermò ‘Voglio un palazzo aperto alla città’. E nei fatti dimostrò una forte capacità di ascolto verso tutta la sua comunità e verso tutti coloro che cercavano un momento di confronto con lui. Un rapporto che è poi proseguito nella sua attività da parlamentare, durante la quale ha sempre mantenuto un legame forte con il territorio e con le sue espressioni associative. Quando lo incontravi in occasioni pubbliche, e spesso anche per telefono, chiedeva informazioni sulla situazione locale, sui bisogni del territorio, su ciò che si poteva fare meglio per tutta la comunità”.

Futuro in Comune

La scomparsa di Massimo Marchignoli è una notizia che ci ha sorpreso molto.
A pochi giorni dall’addio a Bruno Solaroli, che aveva scosso profondamente Marchignoli, Imola perde un altro protagonista importante della storia politica cittadina, locale (penso ai due mandati da sindaco di Castel del Rio e a quello da consigliere provinciale) e nazionale.
Futuro in Comune Imola si stringe attorno alla sua famiglia.

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *