Discarica, il sindaco lascia l’assemblea. Fischiato e contestato dal pubblico

IMOLA – Un comportamento “triste e inappropriato” quello del sindaco Daniele Manca che ieri si è dileguato nel bel mezzo dell’assemblea pubblica sull’ampliamento della discarica.

La pensa così il capogruppo di Insieme si vince, Andrea Zucchini, che parla di “consenso al minimo storico” per il primo cittadino imolese. Manca, a onor del vero, è dovuto scappare perché alle 18.30, in piazza Caduti della Libertà era in programma la commemorazione delle vittime di Parigi.

Il consigliere Zucchini però contesta la quasi coincidenza dei due eventi, entrambi molto importanti (l’assemblea già da tempo in programma alla sala briefing dell’Autodromo alle 17:30 e la commemorazione prevista per le 18.30). E, quando il sindaco si è alzato ed è andato via dall’assemblea pubblica, è stato letteralmente sommerso dai fischi e contestato pubblicamente.


“La discarica non può essere ampliata – sottolinea Zucchini – ma deve essere chiusa soprattutto all’indomani delle dichiarazioni dell’Ing. Marco Stevanin sul disastro ambientale più volte annunciato e già da me segnalato al Noe dei Carabinieri e alla Procura della Repubblica. Alla prossima assemblea dove sono certo tu caro Daniele per mancanza di coraggio non sarai presente, i cittadini imolesi ancor più numerosi manifesteranno il loro dissenso e, se tu continui su questa linea, sono certo la città ti si rivolterà contro. Io e tutti gli imolesi che non condividono questo progetto scellerato quanto pericoloso ci opporremo con tutta la nostra forza e nelle sedi preposte”.


Leggi anche

No posts were found for display

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>