Investimenti, il Comune di Imola mette in campo 1,6 milioni di euro

Investimenti, il Comune di Imola mette in campo 1,6 milioni di euro

Tre i progetti approvati: costruzione del nuovo centro sociale di Sasso Morelli; la manutenzione straordinaria di 24 alloggi comunali Erp; la manutenzione straordinaria di strutture in legno e staccionate e di opere edili e di regimentazione delle acque all’interno del Parco delle Acque Minerali

IMOLA – Quasi 1,6 milioni di euro di investimenti in opere pubbliche sono stati deliberati dal Comune di Imola nell’ultima seduta di giunta del 2015 e prenderanno il via nei prossimi mesi.

In specifico di tratta di tre interventi che riguardano la costruzione del nuovo centro sociale di Sasso Morelli; la manutenzione straordinaria di 24 alloggi comunali Erp; la manutenzione straordinaria di strutture in legno e staccionate e di opere edili e di regimentazione delle acque all’interno del Parco delle Acque Minerali.

Come sottolinea Roberto Visani, vice sindaco ed assessore ai Lavori Pubblici “abbiamo messo in cantiere questi investimenti con l’obiettivo di riqualificare e pensare spazi pubblici destinati alla socialità e alla relazione fra le persone. Il Parco delle Acque minerali, i nostri centri sociali e gli alloggi di edilizia residenziale pubblica sono un patrimonio della nostra comunità che abbiamo il dovere di custodire e di valorizzare. Imola si muove e si muove nella direzione di una crescita attenta alla qualità della vita delle persone che vivono la nostra comunità”.

 

Nuovo Centro sociale di Sasso Morelli – La giunta comunale ha approvato il progetto preliminare redatto dall’arch. Alessandro Contavalli di BeniComuni srl che prevede la costruzione del nuovo centro sociale, per un importo complessivo di poco più di 1 milione di euro. L’edificio, ad un piano, sorgerà a fianco dell’attuale campo sportivo. Avrà una superficie utile di poco più di 400 metri quadri suddivisi fra bar, spazi di servizio legati al bar compresa una piccola cucina, sala biliardo ed una sala polivalente di 160 metri quadri, capace di ospitare oltre 130 persone. L’edificio sarà dotato di un parcheggio pertinenziale (25 posti auto più 2 per disabili e 10 posti per motocicli).

In un secondo tempo è prevista la realizzazione anche di un edificio per ospitare i nuovi spogliatoi per il campo sportivo, attualmente posti nella vecchia scuola.

La giunta ha inoltre deliberato di assegnare a BeniComuni srl le attività inerenti la progettazione definitiva, esecutiva, l’affidamento e la realizzazione dei lavori. Per quanto riguarda i tempi, si prevede che il progetto definitivo e quello esecutivo siano pronti entro 31 gennaio 2016 in modo da dare il via ai lavori ai primi di giugno. L’ipotesi è che il nuovo centro sociale sia pronto nell’autunno del 2017.

 

Riqualificazione patrimonio Erp – La giunta comunale ha deliberato un piano di reinvestimento e riqualificazione del patrimonio Erp per un totale di circa 495 mila euro. Gli interventi riguardano, nello specifico, le parti comuni di 3 fabbricati attigui, per complessivi 24 alloggi a destinazione residenziale, posti in via Galilei ai numeri civici 6, 8, 10 e 12.

La scelta di intervenire su questi tre edifici, che condividono la corte in comune, deriva dalla volontà di privilegiare i fabbricati che per ubicazione permettono la sistemazione di una porzione più elevata di area urbana e sono caratterizzati da unità immobiliari totalmente di proprietà comunale.

Va considerato che  il patrimonio Erp, per la vetustà degli immobili che lo compongono, necessita di interventi straordinari di manutenzione non solo per il ripristino delle unità sfitte o per l’adeguamento funzionale ed impiantistico di unità già assegnate, ma anche in funzione del rilevante impatto sul paesaggio urbano circostante che questi complessi immobiliari possono determinare.

Nello specifico, sono stati scelti questi tre edifici che sono posti all’interno del quartiere Marconi, che è caratterizzato da una elevata concentrazione di fabbricati a destinazione Erp. Per tutti e tre gli edifici, gli interventi riguardano la sistemazione del coperto, delle facciate e la loro ritinteggiatura, la sostituzione degli infissi interni ed esterni, la sistemazione delle recinzioni e dei marciapiedi attorno alle case. Tali interventi straordinari sono funzionali a garantire la riduzione dei costi manutentivi, permettendo l’eliminazione di tanti micro interventi nell’insieme molto più onerosi, l’efficientamento energetico ed il miglioramento di un “paesaggio urbano” oggi in condizioni di degrado. A trarre vantaggio da questo intervento oltre ai singoli fabbricati, sarà indirettamente anche un’area ben più vasta di quella oggetto dell’intervento.

I lavori prenderanno il via all’inizio della primavera 2016, per concludersi entro l’autunno di quest’anno.

Il costo complessivo degli interventi verrà coperto attraverso diverse forme di finanziamento. Poco più di 89 mila euro derivano dal ricavo ottenuto dalla vendita di alloggi Erp nel 2015; altri 220 mila euro dal risparmio ottenuto dal Comune grazie alla rinegoziazione dei muti; circa 185 mila euro derivano da proventi delle cessioni di immobili effettuate da Sicim.

 

Manutenzione straordinaria all’interno del Parco delle Acque Minerali – La giunta ha infine approvato interventi per complessivi 65 mila euro per interventi di manutenzione all’interno del Parco delle Acque Minerali, finalizzati a migliorare la fruizione e sicurezza del parco stesso. In specifico, i progetti esecutivi approvati riguardano una serie di interventi puntuali di manutenzione straordinaria alle strutture in legno, staccionate e scalinate, compresi i percorsi di accesso al Monte Castellaccio (per poco meno di 32 mila euro) e di manutenzione alle opere edili e di regimentazione delle acque, per migliorare la loro raccolta e il deflusso, intervenendo in particolare sui fossi presenti (per poco più di 33 mila euro).

I progetti esecutivi sono stati realizzati da BeniComuni srl, a cui sono stati assegnati anche l’affidamento e la realizzazione dei progetti stessi secondo le forme che saranno scelte da BeniComuni nel rispetto delle procedure previste per l’appalto dei lavori pubblici.

I lavori saranno iniziati e completati nell’arco della primavera 2016.

Leggi anche

No posts were found for display

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>