Al via la nuova raccolta differenziata per i quartieri Marconi e Zolino

Al via la nuova raccolta differenziata per i quartieri Marconi e Zolino

Cresce di oltre 18 punti percentuali nei primi tre quartieri coinvolti dalla riorganizzazione. E ora parte la fase due

 

Raccolta differenziata al 70%, in crescita di oltre 18 punti percentuali, tutte le 9.000 famiglie e attività informate con lettera o consegna diretta dei materiali per utilizzare i nuovi servizi di raccolta, oltre 1.500  cittadini ulteriormente contattati attraverso le assemblee pubbliche, i punti informativi, il tutoraggio alle isole ecologiche di base.

Questi sono solo alcuni dei numeri che caratterizzano la prima fase della riorganizzazione dei servizi di raccolta rifiuti a Imola promossa dall’Amministrazione comunale in collaborazione con Hera, che ha coinvolto nei mesi scorsi i quartieri Cappuccini, Pedagna Est e Pedagna Ovest (per oltre 19.000 cittadini)  e che proseguirà già dai prossimi giorni raggiungendo i quartieri Marconi, Zolino e la zona di Piazza Romagna.

 

Grande collaborazione e impegno da parte della cittadinanza

La raccolta differenziata nelle tre aree è passata dal 51,8% del 2015 (media mensile) al 70% di agosto 2016, un risultato ottenuto grazie alla disponibilità e collaborazione dei cittadini e delle attività produttive e commerciali, ingredienti fondamentali per la buona riuscita del progetto. Il dato si riferisce al primo mese di riorganizzazione completa. Se il trend si confermerà anche nei prossimi mesi è ipotizzabile il pieno raggiungimento del primo obiettivo (71%) su base mensile già nel corso del 2017.

Dai primi dati registrati emergono le abitudini dei cittadini che conferiscono lungo tutto l’arco delle 24 ore: il momento di maggior conferimento è la mattina, dalle 6 alle 12, con il 39%, seguito dalla sera (18-24) con il 31%. A seguire pomeriggio (29%) e solo marginalmente la notte.

 

Affiancamento dei cittadini con l’informazione e la presenza nei quartieri

Una informazione costante sul sistema ha affiancato l’avvio nei primi tre quartieri, sostenendo l’impegno dei cittadini in questo nuovo processo con una lettera esplicativa che è stata inviata a tutti i 9.000 circa cittadini e attività coinvolti, con informatori ambientali che sono andati casa per casa, attività per attività a spiegare le novità e a distribuire un opuscolo con tutte le istruzioni per l’uso dei nuovi servizi, le tessere e la fornitura di materiali, mettendo a disposizione punti di distribuzione temporanei nei quartieri e uno fisso alla stazione ecologica per due giorni alla settimana, che rimarrà sempre. Sono state inoltre realizzate nei tre quartieri assemblee pubbliche di illustrazione del progetto (700 cittadini coinvolti) e punti informativi dove provare i nuovi cassonetti e trovare personale esperto a cui rivolgersi in caso di dubbio (340 le persone partecipanti). Le Guardie Ambientali Metropolitane e gli informatori ambientali hanno svolto un tutoraggio direttamente alle postazioni dei nuovi cassonetti per sensibilizzare e informare i cittadini (390 quelli raggiunti così) sul corretto utilizzo  dei diversi contenitori messi a loro disposizione per fare la raccolta differenziata, e i servizi hanno contattato le persone che in queste settimane hanno mandato segnalazioni o chiesto informazioni, un centinaio circa, e questo lavoro sta proseguendo.

 

Monitoraggio continuo del sistema e aggiustamenti

Hera e Comune hanno affrontato man mano le criticità riscontrate, normali con riorganizzazioni di questo genere e di questa portata, per trovare rapidamente le soluzioni necessarie in caso di difficoltà e aggiustare il sistema sulla base dell’effettivo utilizzo dei contenitori, evidente solo dopo qualche tempo dall’avvio: assestamenti iniziali sono naturali e inevitabili. E quindi, come già previsto in fase iniziale, sono stati collocati dei cassonetti ad uso esclusivo di asili nido e case di riposo per la raccolta  di pannolini/pannoloni, con una  targa apposta sul contenitore e dotati di chiusura a chiave data in dotazione esclusiva ai gestori delle strutture. Grazie anche alle segnalazioni dei cittadini e alla taratura del sistema, sono state potenziate alcune Isole Ecologiche di Base mediante il posizionamento di ulteriori tre cassonetti per plastica/lattine, sette bidoni dell’organico, una campana per il vetro, tre cassonetti per carta e cartone e uno per l’indifferenziato. Questo lavoro non termina ora ma proseguirà fino all’ottimizzazione del sistema.

Sono inoltre stati modificati alcuni servizi dedicati alle utenze non domestiche e sono costanti i contatti con le attività per indirizzarle al meglio nella gestione del rifiuto.

Per quanto riguarda il posizionamento delle nuove Ieb, Hera e Comune hanno analizzato, e continuano a farlo, tutte le richieste dei cittadini.  Visto il capillare lavoro propedeutico fatto con la Polizia Municipale, Beni Comuni e l’Assessorato Ambiente non è stato necessario modificare la collocazione delle Ieb e solo in pochi casi si è provveduto a  riposizionare di pochi metri la batteria di contenitori. Sulla base dell’utilizzo e del monitoraggio costante da parte dei servizi di igiene ambientale e delle Gam si stanno mettendo a punto alcune modifiche per ottimizzare i conferimenti agli innovativi contenitori che per la prima volta vengono impiegati da Hera: è in corso di modifica la chiusura dei bidoni dell’organico, sono stati tarati alcuni dispositivi sui cassonetti di sfalci e potature, si applicheranno delle protezioni a perni interni dei cassonetti dell’indifferenziato per evitare che alcuni sacchetti rimangano appesi esternamente.

 

Seconda fase avviata per 14.000 cittadini

Parte ora la seconda fase della riorganizzazione, che coinvolgerà i quartieri Marconi, Zolino e la zona di Piazza Romagna, interessando complessivamente oltre 6.600 utenze, di cui circa 6.200 famiglie e 400 attività produttive/commerciali, pari a circa 14.000 cittadini.

Si replicheranno le modalità organizzative e informative seguite nella prima fase. Nello specifico, è terminata la distribuzione della lettera a cittadini e attività per informare dell’avvio delle nuove modalità di raccolta, invitando a partecipare agli incontri pubblici in programma questa settimana per illustrare i servizi: martedì 20 settembre 2016  doppio appuntamento, alle ore 18.00 e alle ore 20.30, al Centro sociale “Giovannini”, via Scarabelli 4; martedì 20 settembre 2016  ore 20.30 al Centro sociale “Giovannini”, via Scarabelli 4; mercoledì 21 settembre 2016  ore 20.30 al Centro sociale “Zolino”, via Tinti 1; giovedì 22 settembre 2016 ore 20.30 al Centro sociale “La Stalla”, via Serraglio 20 B.

A partire dall’ultima settimana di settembre e fino a metà ottobre, attraverso il coinvolgimento degli informatori ambientali formati da Hera e Comune, saranno consegnate ai cittadini e alle attività produttive dei tre quartieri le tessere per i servizi ambientali associate a ogni singola utenza, che dovranno essere utilizzate per il conferimento delle principali tipologie di rifiuto nelle raccolte stradali e presso le stazioni ecologiche. Gli informatori ambientali saranno riconoscibili dall’apposita pettorina gialla indossata con la scritta “informatore ambientale” e dal cartellino nominativo. In nessun caso può accettare denaro. In caso di dubbio, si potrà chiedere conferma del nominativo al servizio clienti Hera 800.999.500.

I nuovi contenitori saranno posizionati a partire dalla terza settimana di ottobre e per i primi tempi, fino all’8 gennaio 2017 compreso rimarranno comunque aperti per favorire un passaggio graduale al nuovo servizio, non sarà quindi necessario utilizzare le tessere nominative per aprirli.

 

Da domani cassonetti apribili solo con la tessera consegnata

Si ricorda che a partire da domani i cassonetti già attivi nei quartieri Pedagna Est e Ovest e Cappuccini saranno apribili esclusivamente con l’impiego della tessera dei servizi ambientali data in dotazione. Appositi volantini informativi sono presenti in tutte le Isole Ecologiche di Base da una decina di giorni. In caso di smarrimento, furto, ecc… si può contattare il Servizio Clienti Hera 800.999.500 (800.999.700 per le utenze non domestiche) dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 22 e il sabato dalle 8 alle 18. La chiamata è gratuita sia da fisso che da cellulare.

 

Leggi anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>