“Finitela di sporcare in modo indegno”. Lo sfogo del sindaco di Medicina, Onelio Rambaldi

“Finitela di sporcare in modo indegno”. Lo sfogo del sindaco di Medicina, Onelio Rambaldi

MEDICINA – Se Imola esulta per le percentuali in crescita della raccolta differenziata a seguito dell’introduzione del nuovo sistema di raccolta (con cassonetti che si aprono solo con tessera personalizzata), a qualche chilometro più in là, a Medicina, il sindaco Onelio Rambaldi deve fare i conti con esempi di inciviltà davvero intollerabili.

Onelio Rambaldi, sindaco di Medicina

Onelio Rambaldi, sindaco di Medicina

Proprio ieri il primo cittadino si è sfogato su facebook, postando la foto di numerosi sacchetti di spazzatura abbandonati a pochissimi centimetri dai cassonetti. “Le calotte sono funzionanti, lo voglio scrivere come prima cosa – comincia Rambaldi -. E allora qual è il motivo che porta il cittadino a buttare il proprio rifiuto in faccia a tutta la sua comunità? A sporcare in questo modo indegno le strade di tutti? Oltre al fatto che nei sacchi non c’è ombra di raccolta differenziata. Ma lo vogliamo capire che fare la raccolta differenziata non è un favore al sindaco ma ai vostri/nostri figli? Spero infine che non si creda che la raccolta supplementare dei rifiuti da terra fatta tutti i giorni non costi nulla. E’ un costo aggiuntivo sulle tasse che già tutti noi paghiamo per la normale raccolta differenziata. Chi si comporta in questo modo incivile ricade sulle tasche di tutti”.

In questi mesi molte sono state le polemiche intorno al sistema di raccolta differenziata messo in campo sul territorio del Circondario Imolese. Ma di fronte a certi comportamenti è veramente difficile far ricadere la colpa sull’amministrazione o sul gestore, troppo spesso considerati il capro espiatorio a cui addebitare tutto. Di fronte a certi episodi di inciviltà, si può solo ragionare su come punire coloro che non hanno rispetto del bene pubblico. E chissà che dopo lo sfogo, l’amministrazione medicinese non cominci a pensare seriamente di potenziare il controllo per cogliere in flagrante gli incivili ed erogare loro una bella multa. Giusto per mandare “a scuola di civiltà” chi pensa che la raccolta differenziata sia un optional a cui ci si può sottrarre.

Leggi anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>