Imola, raccolta differenziata: entro luglio i nuovi cassonetti anche nelle frazioni

Imola, raccolta differenziata: entro luglio i nuovi cassonetti anche nelle frazioni

Entro luglio coperto quasi il 90% della città. Migliora la qualità della raccolta differenziata ed è partita una campagna dedicata alla plastica. Da giugno apertura della stazione ecologica anche la domenica mattina. In occasione di Super Bike e Guns n’Roses i cassonetti delle Isole Ecologiche di Base saranno aperti automaticamente per permettere un accesso libero ai visitatori

 

A Imola il 71% dei cittadini ha già a disposizione le nuove Isole Ecologiche di Base, attraverso la loro collocazione a partire da luglio 2016. Con l’avvio, nelle prossime settimane, della quarta fase della riorganizzazione dei servizi di raccolta rifiuti, portata avanti da Amministrazione comunale e Hera, che coinvolgerà le frazioni del comune, si arriverà a una percentuale di copertura pari all’89% degli abitanti. Il rimanente 11% comprende solo il centro storico, che sarà oggetto di un progetto specifico, e la zona industriale, dove è attivo un servizio di porta a porta per famiglie e attività.

In città sono quindi già 53.000 gli abitanti che utilizzano i nuovi contenitori dotati di sistema di apertura a tessera, e diventeranno 66.000 con lo sviluppo della quarta fase nelle frazioni di Sasso Morelli, Sesto Imolese, Zello, San Prospero, Spazzate Sassatelli, Casola Canina, Tre Monti, Osteriola, Ortodonico, Piratello.

 

Migliora la qualità del vetro raccolto nelle campane verdi

Nelle aree riorganizzate, anche con l’estensione compiuta nei primi mesi dell’anno (terza fase: Campanella, viale Dante, Colombarina, zona piscina, Linaro, Ponticelli, Fabbrica, Montecatone), si conferma la crescita al 70% della raccolta differenziata. In quest’ultima area i cassonetti, dopo alcuni mesi di conferimento libero, a partire dalla serata di lunedì 15 maggio si chiuderanno e saranno accessibili solamente con la tessera individuale. La tessera fornita apre tutti i cassonetti delle IEB collocate a Imola.

La qualità della raccolta differenziata, inoltre, continua a migliorare anche in questi primi mesi dell’anno, in particolare quella del vetro. Dalle analisi effettuate a fine 2016 da un ente certificatore esterno, infatti, all’interno della campana verde dedicata al solo vetro le impurità e i rifiuti di altra natura raggiungevano il 14% (probabilmente il cambio delle abitudini con il passaggio da un’unica campana per vetro/plastica/lattine a due contenitori distinti, di cui uno per il solo vetro, doveva ancora essere recepito pienamente) mentre dalle ultime analisi effettuate in aprile la qualità è migliorata notevolmente riducendo questa frazione estranea al 6%. Il 94% di quanto raccolto nel vetro ha quindi una buona qualità ed è recuperabile.

 

Come fare una buona raccolta differenziata: campagne di comunicazione su vetro e plastica

Si ricorda che il vetro è riciclabile all’infinito e non è necessario lavare a fondo gli imballaggi in vetro prima di differenziarli, basta svuotarli bene da tutti i residui di contenuto, è possibile anche lasciare le etichette che non si riescono a rimuovere. Il vetro verrà in ogni caso trattato e reso idoneo al riciclo negli impianti di trattamento e recupero.

Hera lo scorso anno ha promosso una campagna dedicata a questo, con punti informativi anche a Imola, dal titolo “Ti vogliamo così come sei” mentre quest’anno ne ha da poco lanciata un’altra, questa volta sulla plastica, con lo slogan “Plastica o non plastica?”.

L’obiettivo è chiarire che nei contenitori preposti alla raccolta della plastica non va inserito qualunque materiale ma solo recipienti e imballaggi (vaschette per alimenti, incarti, bottiglie e flaconi, vasetti e barattoli, sacchetti, ecc.), svuotati e lavati.

Prosegue l’aumento degli accessi alla stazione ecologica: a partire da giugno apertura anche la domenica mattina

Dal 1 settembre 2016 sono stati eliminati in tutta la città gli sconti per la carta raccolta nei sacchi, incentivando invece i conferimenti dei materiali alla stazione ecologica di via Brenta. Qui, a partire dalla stessa data, è aumentata la scontistica per carta/cartone, vetro, plastica, lattine, oli minerali e vegetali, batterie auto/moto, passata da 0,15 euro per ogni kg conferito, a 0,165. Il cambiamento è stato recepito e gli accessi alla stazione ecologica sono aumentati di quasi il 13% su base annua, passando da 57.689 nel 2015 a oltre 65.000 nel 2016. E anche il trend dei primi tre mesi del 2017 è in crescita, con oltre 17.100 accessi contro i 15.000 del primo trimestre 2016, segnando un +13,9%. La stazione ecologica di Imola è la più frequentata tra tutte le circa 140 gestite da Hera in Emilia-Romagna. Per garantire una maggiore accessibilità al servizio, a partire da giugno la stazione ecologica di Imola sarà aperta anche la domenica mattina.

 

L’informazione ai cittadini, un punto di forza del progetto

I buoni risultati raggiunti sono anche il frutto dell’impegno comunicativo pianificato per arrivare a tutti i cittadini: fino ad ora, oltre alle lettere inviate alle 26.000 famiglie coinvolte dalle prime tre fasi della riorganizzazione, contattate anche con il passaggio degli informatori ambientali, si sono svolte 15 assemblee, con la partecipazione di 2.300 persone; 24 i punti informativi e di distribuzione attivati ai quali si sono rivolti 2.800 cittadini; 960 sono inoltre le persone raggiunte attraverso il tutoraggio direttamente alle IEB e circa 300 quelle contattate direttamente dai servizi di Hera e dagli uffici dell’Assessorato all’ambiente del Comune per rispondere a segnalazioni o richieste di informazioni arrivate dai diversi canali di contatto. A questi numeri si aggiungono i 2.000 cittadini che si sono recati allo sportello dedicato situato alla stazione ecologica, i 420 studenti della Scuola media Andrea Costa ai quali è stato illustrato il funzionamento e gli obiettivi del nuovo sistema e le oltre 300 tra associazioni, onlus ed enti vari contattati dai servizi.

 

Quarta fase avviata per 13.000 cittadini

Parte ora la quarta fase della riorganizzazione, che coinvolgerà le frazioni imolesi: Sasso Morelli, Sesto Imolese, Zello, San Prospero, Spazzate Sassatelli, Casola Canina, Tre Monti, Osteriola, Ortodonico, Piratello, interessando complessivamente quasi 5.700 utenze, di cui 5.350 famiglie e oltre 320 attività produttive/commerciali, pari a circa 13mila cittadini.

Si replicheranno le modalità organizzative e informative seguite in precedenza. Nello specifico, è in corso  la distribuzione della lettera a cittadini e attività per informare dell’avvio delle nuove modalità di raccolta, invitando a partecipare agli incontri pubblici in programma dal 22 maggio per illustrare i nuovi servizi: lunedì 22 maggio Circolo Parrocchiale di Casola Canina, martedì 23 Sala Auser (ex scuole) a Spazzate Sassatelli, mercoledì 24 maggio Centro sociale di Sasso Morelli, giovedì 25 maggio Centro sociale di San Prospero, lunedì 29 maggio Circolo M.C.L. Zello, martedì 30 maggio Centro Civico di Sesto Imolese.

A partire da giugno, attraverso il coinvolgimento degli informatori ambientali formati da Hera e Comune, saranno consegnate ai cittadini e alle attività produttive delle zone interessate le tessere per i servizi ambientali associate a ogni singola utenza, che dovranno essere utilizzate per il conferimento delle principali tipologie di rifiuto nelle raccolte stradali e presso le stazioni ecologiche. Gli informatori ambientali saranno riconoscibili dall’apposita pettorina gialla indossata con la scritta “informatore ambientale” e dal cartellino nominativo. In nessun caso può accettare denaro. In caso di dubbio, si potrà chiedere conferma del nominativo al servizio clienti Hera 800.999.500.

I nuovi contenitori saranno posizionati a partire da luglio e per i primi tempi, fino al 18 settembre 2017 compreso, rimarranno comunque aperti per favorire un passaggio graduale al nuovo servizio, non sarà quindi necessario utilizzare le tessere nominative per aprirli.

 

E per Super Bike e Guns n’Roses arriva la modalità “Grandi eventi”

In occasione della Super Bike che si svolgerà a Imola questo fine settimana, per permettere ai visitatori il conferimento dei rifiuti senza disagi, grazie alla tecnologia utilizzata, i cassonetti delle 254 Isole ecologiche di Base, utilizzabili solo con la tessera, verranno automaticamente aperti per l’intera durata dell’evento, dalla prima mattina di sabato 13 maggio alla sera di lunedì 15 maggio, ad esclusione di quelli dell’organico delle aree non limitrofe all’autodromo che rimarranno con l’accesso a tessera per preservare la qualità dei conferimenti. La stessa cosa si ripeterà per il concerto dei Guns n’Roses in programma a Imola il 10 giugno. In entrambe le occasioni, inoltre, come avviene normalmente, si potenzieranno anche i servizi di raccolta differenziata nelle zone limitrofe all’autodromo e i servizi di pulizia e spazzamento.

Fonte foto: sito web Gruppo Hera

Leggi anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>