Incendio in discarica, sindaco e assessore riferiscano immediatamente

Incendio in discarica, sindaco e assessore riferiscano immediatamente

 

Non tardano ad arrivare le reazioni all’incendio divampato ieri, 12 agosto, alla discarica Tre Monti di Imola.

Nicolas Vacchi di Nuova Intesa Civica, chiede che “Sindaco e Assessore all’ambiente si esprimano immediatamente e mettano al corrente la popolazione di quanto è accaduto, in particolare se vi siano conseguenze o danni all’ambiente o alla salute. Le norme di sicurezza hanno funzionato? Cosa è andato storto?  Chiedo sin da ora a chi si debbano  attribuire eventuali responsabilità per quanto gravemente accaduto: trasparenza e serietà anzitutto quando si tratta della salute dei cittadini e dell’ambiente che ci circonda”.

Anche la Lega Nord interviene preoccupata sull’accaduto. “Quello che non ci voleva era un incendio in quella discarica che tra mille ombre ora si ritrova ad avere come uniche luci, in una giornata estiva nemmeno tra le più calde ed aride, le fiamme che bruciano tonnellate di rifiuti a cielo aperto rilasciando nell’aria una nube certamente tossica” – è il commento di Marco Casalini, segretario Imolese della Lega Nord, alla fine di una giornata che ha visto le colline imolesi e la discarica di via Pediano sotto i riflettori per un incendio che ha colpito parte dell’impianto di smistamento rifiuti gestito da Hera.

Casalini continua “Voglio vederci chiaro e ci muoveremo come Lega Nord per chiedere tutti i chiarimenti sull’accaduto.”.

“La discarica è sempre stata motivo di discussione in Consiglio Comunale e, come più volte ho avuto modo di sottolineare, – spiega Simone Carapia, il neo-consigliere comunale a Imola della Lega Nord – la sicurezza dell’impianto è a rischio e le possibili ricadute sull’area circostante in caso di incidenti sono profondamente pericolose”.

Anche il Consigliere Regionale Daniele Marchetti interviene: “La salute degli imolesi è la cosa che più mi preme ora e, quando a bocce ferme saranno più chiare le dinamiche di quello che è accaduto, presenterò in Regione un’interrogazione per chiedere conto all’Ausl di Imola e a tutti gli organi di controllo, i dati relativi a questo incendio”.

Non si fa attendere anche la reazione del Movimento 5 stelle: “Per oltre un’ora l’incendio ha sprigionato una colonna fumo nero e denso ed è stato domato solo grazie all’arrivo dei Vigili del Fuoco. Cos’è che in una discarica di rifiuti in teoria non pericolosi ha potuto prendere fuoco in quella maniera per di più in un giorno in teoria non lavorativo e se non bastasse all’indomani di una giornata di temporali e pioggia torrenziale? Faremo in modo che l’assessore competente comunichi quanto accaduto in consiglio comunale, ma soprattutto ci auguriamo che la Procura avvii un’analisi approfondita su quanto è successo, sia per stabilire le responsabilità dell’accaduto sia per evitare che situazioni del genere si ripetano in futuro”.

Il comunicato ufficiale di Hera. Nel pomeriggio di oggi (12 agosto, ndr) si è sviluppato un incendio di ridotta entità all’interno della discarica di Imola. Grazie all’intervento immediato del personale di Herambiente e dei vigili del fuoco accorsi sul posto l’incendio è stato circoscritto e spento in breve tempo con l’ausilio di terra e acqua. Le fiamme non hanno interessato gli impianti tecnologici della discarica che hanno continuato a funzionare regolarmente.
Sono in corso le verifiche per capire la causa dell’incendio.
La societá ritiene che l’episodio non abbia generato impatti nelle zone limitrofe. A garanzia della massima sicurezza, nel corso della nottata e della giornata di domani la discarica sarà presidiata continuativamente. Sul luogo è intervenuto anche personale del Conami che insieme a quello di Herambiente si è sempre mantenuto in stretto contatto con l’Assessore all’ambiente Davide Tronconi.

Leggi anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>