Decreto di espulsione per un cittadino albanese. Controlli serrati della municipale

Decreto di espulsione per un cittadino albanese. Controlli serrati della municipale

IMOLA – Anche in questi mesi estivi rimangono alti l’impegno e l’attenzione che gli agenti della Polizia Municipale di Imola prestano nella prevenzione e nella lotta contro il degrado e quei fenomeni che creano disagio e senso di insicurezza nei cittadini imolesi.

In questo contesto, nei giorni scorsi, agenti della Polizia Municipale hanno fermato, in tarda serata, un’auto con targa bulgara, con a bordo 4 uomini, che stava stranamente percorrendo in senso contrario la via Guerrazzi in centro storico. Dai controlli effettuati dagli agenti di PM intervenuti, 3 persone delle 4 occupanti, tutte di nazionalità albanese attualmente dimoranti nella provincia di Modena, sono risultate in regola con il permesso di soggiorno, mentre il conducente dell’auto fermata non è stato in grado di esibire alcun titolo autorizzativo al suo permanere sul territorio italiano. Sono iniziati quindi i controlli di rito, comprese le operazioni di foto segnalamento per la sua esatta identificazione, al termine delle quali è risultato che questa persona, gravata di altri precedenti giudiziari, era già titolare di un ordine di allontanamento dal territorio italiano emesso dal Questore di Modena il 9 luglio scorso, a cui non aveva chiaramente adempiuto. Per questo è scattata a suo carico la denuncia (ai sensi dell’art. 14 c. 5 ter del D.Lgv. 286/98) per inottemperanza all’ordine di cui sopra ed è stato emesso un ulteriore Decreto di Espulsione da parte del Prefetto di Bologna, con conseguente ordine del Questore di Bologna di allontanamento dal territorio italiano, da eseguirsi entro sette giorni. Le operazioni di identificazione del soggetto hanno tenuto impegnati gli agenti di Polizia Municipale per tutta la notte e si sono concluse poco prima delle ore 13 del giorno seguente, momento in cui, terminati tutti gli accertamenti e le notifiche degli atti emessi a suo carico, il soggetto ha lasciato gli uffici del Comando di Polizia Municipale.

Sempre negli stessi giorni, gli agenti di Polizia Municipale di Imola, questa volta impegnati in un servizio in abiti borghesi, hanno denunciato per molestia e disturbo alle persone (ai sensi dell’art. 660 del Codice Penale) una donna poi risultata senza fissa dimora. Gli agenti della Polizia Municipale hanno infatti potuto accertare, dopo avere ricevuto numerose segnalazioni di disagio da parte dei cittadini ed avere osservato per un po’ di tempo la sua attività, che la donna all’interno dell’area mercatale in centro storico richiedeva denaro ai numerosi passanti in maniera molto insistente e pedante. In questo caso, trattandosi di persona comunitaria in possesso di regolare documento di identità, anche se senza fissa dimora in Italia, è stata denunciata a piede libero.

 

Violazioni del Codice della Strada – Naturalmente la Polizia Municipale ha proseguito con intensità anche i controlli relativi al rispetto delle norme di comportamento previste dal Codice della strada.

Nel periodo che va dall’1 luglio al 26 luglio la Polizia Municipale ha sanzionato ben 110 conducenti di veicoli a motore perché non avevano sottoposto il proprio veicolo a regolare revisione periodica; 20 automobilisti sanzionati per mancata copertura assicurativa; 7 automobilisti sanzionati per mancato uso dei dispositivi di ritenuta, cioè delle cinture di sicurezza e 24 per uso irregolare del telefono cellulare alla guida.

Leggi anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>