La rassegna teatrale di Casalfiumanese dedicata a Danilo Poggiali

La rassegna teatrale di Casalfiumanese dedicata a Danilo Poggiali

La rassegna teatrale “ Casalfiumanese a teatro”  che da dieci anni viene portata avanti nel Comune di Casalfiumanese, da quest’anno sarà intitolata “ A teatro con Nilo”.

Una scelta motivata dall’esigenza di ricordare Danilo Poggiali in una forma che permetta negli anni di abbinare alla rassegna un suo ricordo.

“ Una scelta che per noi rappresenta un modo di stare insieme in suo ricordo, Danilo fu uno dei ragazzi del primissimo gruppo che creò la vera e propria compagnia Instabile e ricordarlo in questa maniera ci sembra il modo più vero e sentito.

Una rassegna che negli anni manterrà questo nome e, come lo è stato negli anni passati, rappresenta un appuntamento fisso per la comunità casalese tutta ( comprese le frazioni) dove soprattutto i giovani possono esprimere le loro capacità e i loro talenti” – dice l’Assessore Beatrice Poli.

 

La Rassegna teatrale trae le sue origini dal 2007, quando l’Amministrazione Comunale di Casalfiumanese avviò un percorso per prevenire i fenomeni che precedono l’abbandono scolastico e per recuperare interesse e motivazione dei giovani alla cittadinanza attiva, cercando di coinvolgere tutte le generazioni.

Si pensò al teatro, come esperienza più adatta per raggiungere gli obiettivi prefissati, senza  limitare l’età dei partecipanti, ma permettere a tutti: adulti e ragazzi, di interagire in modo attivo a questa sperimentazione.

Nacque così la “Compagnia Instabile di Casalfiumanese” e il primo lavoro realizzato fu: “ Cartooons” un musical ideato e scritto da Colli Giulio con le musiche originali di Marco Messina.

 

Nel corso di questi dieci anni, nei laboratori teatrali organizzati dall’Amministrazione Comunale che rappresentano l’anticamera per entrare a far parte della vera e propria “Compagnia Instabile“, sono transitati più di un centinaio di persone provenienti anche dai comuni limitrofi, di età compresa tra i 5 e i 70 anni.

 

I laboratori teatrali che vengono realizzati annualmente rappresentano esperienze aperte. Per scelta, si è deciso di mantenere gli incontri sempre aperti, permettendo a chiunque di assistervi o di parteciparvi saltuariamente.

Una scelta precisa che ha lo scopo di avvicinare e trascinare chi per timidezza o per mancanza di tempo non vuole essere coinvolto direttamente.

Alla fine, anche se non è stata per tutti una partecipazione diretta, attorno a questa esperienza si è creato un gruppo che non partecipa direttamente, ma coordina, progetta e realizza scenografie e costumi, aiuta a gestire i cambi scena e l’impianto tecnico (luci e audio).

 

Qualche anno dopo per avvicinare i ragazzi al mondo del teatro, l’Amministrazione ha avviato, un laboratorio anche nella frazione di San Martino in Pedriolo, dando vita così alla Compagnia Sottotono di San Martino in Pedriolo e dall’anno scorso un laboratorio anche  nella frazione di Sassoleone, grazie al contributo della Bcc, dove è nata la compagnia teatrale Sassomania, composta da una ventina di ragazzi.

Tutti questi gruppi sono coordinati dal Regista Giulio Colli, che in questi anni ha supportato l’Amministrazione nella creazione dei laboratori e conseguentemente della rassegna.

L’appuntamento con i gruppi di Giulio Colli prevede in questa edizione:

1-2 aprile – “ il piccolo viaggiatore delle stelle” storia tratta dal Piccolo Principe, rielaborata e riadattata grazie al prezioso contributo di una “ mamma” Caterina Criscione e una “ nonna” Maria Visani dei piccoli attori.

8-9 aprile – “ i Fuochi di Samhain” tratto da una leggenda celtica, dove Samhain rappresenta il capodanno celtico.

22-23 aprile – “ il diverso sei tu” testo elaborato dai pensieri dei ragazzi sui temi dell’omofobia, bullismo, scritto quindi con un linguaggio “ giovanile” cercando di porre rilievo a quando colui/ colei che ci perseguita è proprio un nostro amico.

 

6-7 maggio –  “ ma l’amore cosa c’entra”  una riflessione sull’amore, su tutti i punti di vista dell’amore. Amore che ci fa gioire, amore che ci fa soffrire.. con personaggi che difendono l’amore a spada tratta e personaggi che condannano l’amore, alla fine scopriremo chi vincerà.

 

13-14 maggio – “ libri, quaderni e misteri” una piccola scuola: 2 insegnanti, 1 bidella, 8 alunni e un giallo.

 

Oltre ai gruppi nati intorno al progetto del Comune di Casalfiumanese, la rassegna vede anche una forte collaborazione con l’Associazione Federica Negri e con i gruppi teatrali storici di Casalfiumanese.

All’interno dell’Associazione Federica Negri esiste dal 2003 il gruppo Volpi e Ranocchi. Il laboratorio viene curato da registi professionisti e ha lo scopo di generare una o più rappresentazioni teatrali da tenersi in paese, in occasione di festività o separatamente, in quest’ultimo caso come vero e proprio evento, con una prima teatrale e sue repliche.

L’Associazione si occupa anche della realizzazione teatrale per i più piccoli, con studio dello spazio e della memoria del corpo, con saggio finale.

 

Anche quest’anno il gruppo prosegue la propria attività inserendosi in rassegna:

20.21 maggio “ E… sipario”  tratto da Rumori fuori scena di Michael Frayn, sotto la regia di REina Saracino, conduttrice anche di un ulteriore rappresentazione “ il sogno di aladino” in scena il 29 aprile, con i bambini partecipanti al laboratorio “ l’isola del teatro”.

 

Gli ingressi al teatro sono gratuiti, così come è gratuita la partecipazione ai laboratori, una scelta importante che permette a chiunque di avvicinarsi al mondo del teatro. Tutto questo è possibile grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, che da anni ci sostiene, e del Credito Cooperativo Ravennate e Imolese.

 

Leggi anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>