Baccanale 2017, Gek Tessaro presenta l’immagine della rassegna

Baccanale 2017, Gek Tessaro presenta l’immagine della rassegna

E’ stata creata da Gek Tessaro, autore poliedrico, attivo nella  letteratura per l’infanzia e nel teatro

l’immagine del Baccanale 2017. Quest’anno l’annuale rassegna enogastronomica e culturale, organizzata dall’assessorato alla Cultura del Comune di Imola, si svolgerà a Imola dal 4 al 26 novembre con il titolo “Sotto Terra”.

Gek Tessaro è uno degli illustratori  più rilevanti e innovativi  nell’ambito della letteratura per l’infanzia contemporanea ed ha accettato con entusiasmo di disegnare l’icona simbolo del tradizionale appuntamento imolese con la cultura del cibo e l’enogastronomia. Da illustratore ad autore a tutto campo, inventore di emozionanti esperienze teatrali, i suoi libri hanno ricevuto negli ultimi anni i premi nazionali più prestigiosi per l’artisticità delle sue illustrazioni, la  liricità e la poesia dei suoi testi, le tematiche trattate che si prestano a diverse chiavi di lettura.

 

immagine_ufficiale_baccanale2017L’immagine del Baccanale – Nella visione dell’illustratore, il Baccanale 2017 è diventato un mondo a colori che vive e pulsa Sotto Terra: rape, carote, radici, tuberi e perfino una talpa e un coniglietto nella tana abitano il sottosuolo, racchiusi e protetti dalla calda terra che non vediamo, ma c’è. Sotto Terra cresce la vita animale e vegetale che poi fuoriesce nella parte superiore dell’illustrazione di Tessaro, dove dominano le varie sfumature e gradazioni del verde, il bianco dei fiori che contrasta col viola delle rape, con l’arancione delle carote, col giallo chiaro delle radici. Lo sfondo del Sotto Terra è il nero che evoca anche il buio che protegge i bulbi e i germogli mentre crescono nella pace e nel silenzio.

Gek Tessaro è uno dei più grandi illustratori italiani ed il suo tratto energico e dinamico ci fa meravigliare grazie anche allo straordinario uso dei colori della natura – osserva Elisabetta Marchetti, assessore alla Cultura -. L’immagine di Tessaro mette insieme il Sotto con il Sopra, in una visione della natura armonica e gentile, che accoglie le sue creature e le nutre”.

 

Mostra di Gek Tessaro a Casa Piani – Casa Piani, la Sezione ragazzi della biblioteca comunale di Imola, che da anni lo propone e possiede  tutte le sue opere,  ha colto questa straordinaria occasione per dedicare a Tessaro una mostra iconografica e bibliografica, ripercorrendo col pubblico alcune importanti tappe del suo lavoro. Dal titolo “Gek, lo sguardo delle mani” , la mostra si rivolge tanto al pubblico dei bambini e dei loro genitori, quanto a quello degli educatori e degli adulti appassionati di illustrazione e rimarrà aperta dal 4 novembre 2017 al 10 gennaio 2018 (orari: martedì al sabato 9.30-12.30; dal martedì al venerdì 15-18; lunedì chiuso).

“Disegnare all’inizio è stato un po’ quello, dare una mano alla memoria, trasportare dal cuore alla carta, avere qualcosa di tangibile che mi riportasse ai luoghi. Poi diventi grande, capisci che è una scrittura questa, l’unica che si fa capire in tutto il mondo. È una magia, il disegno; ci si può parlare con tutti, raccontare con chiunque e ovunque” racconta Gek Tessaro, sul cui sito www.gektessaro.it si possono vedere altre immagini dei suoi lavori, comprese le copertine dei numerosi volumi illustrati da lui dati alle stampe e sezioni dedicate alle innumerevoli declinazioni della sua arte, incluso il teatro disegnato.

 

Insieme alla mostra, sono tantissime le iniziative in programma a Casa Piani da novembre a dicembre, dedicate a Gek, che faranno da cornice all’esposizione. Si parte con l’inaugurazione della mostra, il 4 novembre dove Tessaro si esibirà insieme all’attore Alfonso Cuccurullo e si prosegue l’8 novembre con un corso di educazione all’immagine sulla diversità, per docenti, educatori, bibliotecari e studenti condotta dall’artista stesso.

Sabato 11 novembre, con inizio alle 17.30, Gek condurrà uno dei suoi emozionanti spettacoli di ‘Teatro Disegnato’, al teatro dell’Osservanza. Si tratta di un’occasione unica per “guardare la musica” e “ascoltare le immagini”, in uno spettacolo che utilizza la musica e il disegno dal vivo. Gek Tessaro riproduce in immagini i suoni, trasforma le note in segni, le pause in vuoti, i suoni gravi in pennellate più dense, gli acuti in graffi. Figure d’ombra e sagome animate completano l’interpretazione di alcuni brani, caratterizzando in modo più esplicito le atmosfere delle storie. Lo spettacolo è aperto a tutti, a partire dai 3 anni, con ingresso gratuito fino a esaurimento posti

Non mancheranno laboratori per le diverse fasce d’età: per i piccolissimi (dai 4 anni con mamma e papà), sabato mattina 4 novembre sugli animaletti che si trovano sotto terra con riferimento all’albo “I bestiolini” di Gek Tessaro (Franco Cosimo Panini, 2015) a cura di Arte.Na e per i più grandi (dai 7 agli 11 anni)  un laboratorio natalizio di ombre e silhouettes alla maniera di Gek, condotto il 5, il 7 e il 12 novembre da Paola Camerone. Percorsi bibliografici e visite guidate saranno proposti  alle scolaresche per tutta la durata della mostra, fino al 10 gennaio.

 

I menu del Baccanale on line dal 30 settembre – Uno degli aspetti portanti della manifestazione sono sicuramente i menu del Baccanale, proposti dai 45 ristoranti di Imola e dintorni che hanno aderito al Baccanale 2017. I menu saranno online sul sito www.baccanaleimola.it a partire dal 30 settembre.

Leggi anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>