D5 Pantani, la fatica di un uomo qualunque. Il 3 dicembre in scena a Dozza

D5 Pantani, la fatica di un uomo qualunque. Il 3 dicembre in scena a Dozza

SABATO 3 DICEMBRE 2016 – ore 21.00:

Teatro Comunale di Dozza

Via XX Settembre, 51 – Dozza (BO)

Rassegna PERSONAE – Percorsi Teatrali

“D5, PANTANI – LA FATICA DI UN UOMO QUALUNQUE”

scritto e diretto da: Chiara Spoletini

con: Sebastiano Gavasso, Stefano Moretti

consulenza di: Francesco Ceniti (“La Gazzetta dello Sport”)

 

Lo spettacolo intende raccontare la vicenda umana e sportiva di Marco Pantani. La timeline della vicenda ripercorre perciò le prime scalate con la bicicletta di quando era bambino, l’approdo alla squadra che lo rappresenterà per anni, la Mercatone Uno, le vittorie e le sconfitte, fino alla penultima tappa del giro d’Italia 1999, quando viene squalificato a Madonna di Campiglio con l’accusa di Doping. Ultimo capitolo della messa in scena quindi, l’arrivo nella “famosa” D5, la camera dell’hotel Le Rose che il campione affitta a Rimini per rinchiudersi in una solitudine silenziosa che lo porterà alla morte, che è un vero e proprio giallo.

Ad affiancare la figura di Pantani nella messa in scena c’è Pietro Buccellato, il portiere d’albergo che ha ritrovato il cadavere del ciclista e che insieme a lui dall’inizio, ripercorre la scalata, trovando diversi punti di contatto con la sua storia personale.

 

Due vite di uomini con uno scopo, un obiettivo, interrotte da qualcosa di più grande. Due destini uniti a forza e costretti alla fine, per motivi diversi, ad accettare un compromesso.

Il passaggio tra cronaca ed emozione è continuo e il ritmo serrato lascia spesso spazio a momenti descrittivi degli spazi italiani che i due protagonisti hanno abitato, che influenzano in maniera decisiva i caratteri, gli atteggiamenti, quindi le scelte dei due attori protagonisti che passano dal dare la voce a personaggi veri, profondi e realmente coinvolti a vere e proprie maschere ridicole ma riconoscibili; surreali ma familiari. Il pubblico si troverà inevitabilmente circondato da linguaggi omologati, standard, finti, plastificati che tentano di schiacciare senza pietà la personalità di quella parte di mondo genuina, quella parte di mondo che non merita di “fare parte del giro”.

Biglietti: Intero € 15

Ridotto € 13

Under 12 anni gratuito

 

Leggi anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>